Iscriviti

Assunzioni alle Poste, pochi i posti riservati alla Sicilia

Numerose richieste di informazioni sono pervenute ai sindacati e agli uffici dell’ente riguardo alle assunzioni alle Poste. Ma in Sicilia le possibilità sono riservate a poche decine di persone

Lavoro
Pubblicato il 17 maggio 2014, alle ore 22:32

Mi piace
0
0
Assunzioni alle Poste, pochi i posti riservati alla Sicilia

Numerose richieste di informazioni sono giunte alle sedi dei sindacati e negli uffici delle Poste, per sapere quali sono le modalità per partecipare alle selezioni, ma soprattutto per capire quante possibilità ci siano per entrare in graduatoria in Sicilia e sperare nelle nuove assunzioni

La notizia che è impazzata in internet, pubblicata sui giornali, parla di circa 1.070 persone da assumere a tempo determinato, dunque per contratti brevi; tra le figure richieste ci sono portalettere ma anche personale addetto allo smistamento della posta. Naturalmente la notizia ha portato una speranza di lavoro, specialmente per i giovani del sud che spesso non hanno occasioni lavorative.

Secondo i sindacati, però, in Sicilia i posti riservati a nuovo personale non sono altro che poche decine, e la conferma arriva anche da alcune fonti interne a Poste Italiane. A quanto sembra, al sud si tratta solo di assunzioni temporanee, e la colpa è della distribuzione disomogenea che è stata attuata in tutta la penisola, penalizzando il sud che avrebbe avuto bisogno di una boccata di ossigeno. Infatti, il personale delle Poste conta più addetti al nord che al sud.

Per candidarsi bisogna registrarsi sul sito delle Poste, andare alla pagina “Lavora con noi”, cliccare nella sezione dedicata al reclutamento, e caricare il curriculum online effettuando la registrazione sul sito. Un’occasione di lavoro che certamente nessun giovane disdegna, e si prevede una partecipazione di massa alle candidature. Sono proposte mansioni di tutto rispetto che contribuirebbero a far rimanere nella propria terra molti giovani che, per mancanza di lavoro, emigrano per crearsi un futuro. Auspichiamo che nei prossimi concorsi gli enti siano più disponibili a riservare nelle zone del Sud un maggior numero di posti di lavoro, per ridare dignità a tante persone che abitano in zone svantaggiate e privi di occupazione.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!