Iscriviti

Test di medicina 2021, tra errori, ambiguità e scuse del Miur

Il 3 settembre 2021 come ogni anno si è svolto il test per accedere alle facoltà di medicina e chirurgia/ odontoiatria. 77.000 mila aspiranti medici si sono trovati ad affrontare un test ambiguo e pieno di errori. Il Miur si scusa.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 13 settembre 2021, alle ore 21:40

Mi piace
0
0
Test di medicina 2021, tra errori, ambiguità e scuse del Miur

Il 3 settembre 2021 come ogni anno si è svolto il test per accedere alle facoltà di medicina e chirurgia/odontoiatria.

Un test ormai da anni stabilisce al posto dei ragazzi se essi siano degni o meno di studiare ciò che vogliono, di realizzare il loro obiettivo e sogno, un test di difficoltà ben nota che è anche causa di stress, ansie e innumerevoli preoccupazioni. 

Quest’anno quasi 70.000 mila ragazzi lo hanno affrontato, concorrendo per 14.000 mila posti messi a disposizione.

La sua difficoltà è leggermente aumentata rispetto a quella degli anni precedenti, specialmente le sezioni di chimica e matematica e fisica sono risultate particolarmente ostiche per gli studenti, ma in maniera direttamente proporzionale alla difficoltà è aumentata anche la presenza di errori e ambiguità disseminati pedissequamente lungo tutto il questionario.

Almeno 6 le domande sbagliate e/o ambigue, in alcune la risposta identificata dal Miur come corretta risultava essere sbagliata, in una era totalmente assente la risposta corretta e altre sono state ritenute incocludenti e prive di significato.

Dopo una settimana di silenzio da parte del Miur, in cui le ansie e le preoccupazioni dei ragazzi sono aumentate notevolemente, vedendosi loro infrangere il loro sogno di diventar medici, venerdi 10 settembre è stata pubblicata una correzione della prova, in cui viene assegnato 1,5 punto a tutti i candidati e le altre domande sono state invece corrette con la loro relativa risposta corretta.

Alcuni ragazzi hanno potuto aumentare il loro punteggio e anche di molti punti, a molti invece il punteggio è calato tra delusioni e amarezza.

Oltre al danno anche la beffa, soprattutto perchè nessuna scusa da parte del Miur è giunta, nonostante ci troviamo davanti al test più ambito e competitivo di tutta Italia, un test che non può assolutamente contenere errori, che deve essere esente da qualsiasi tipo di ambiguità e/o risposta incogruente o inappropriata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Fiore

Anna Fiore - È rispettoso nei confronti di ragazzi che da anni studiano aspettando questa data, che da anni investono soldi in scuole di preparazione private e 100 euro solo per potervi partecipare, metterli dinnanzi a un test di quel livello di difficoltà (universitaria e non da scuola superiore) e soprattutto dinnanzi a un test ricco di errori che non ben ripaga i loro sforzi e poco metterà in risalto la loro bravura.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!