Iscriviti

Mobilità docenti: a breve pubblicazione guida con istruzioni dettagliate

L'ordinanza del Miur sulla mobilità prevede che le relative domande da parte dei docenti dovranno avvenire tra il 28 marzo e il 21 aprile, a seguire le domande per gli ATA e per il personale educativo.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 25 marzo 2020, alle ore 23:17

Mi piace
9
0
Mobilità docenti: a breve pubblicazione guida con istruzioni dettagliate

Nell’ordinanza pubblicata lo scorso 23 marzo sul sito del Ministero dell’Istruzione sono stati definiti i tempi per l’invio, tramite la sezione di Istanze online, della domanda di mobilità per il prossimo anno scolastico 2020/2021. Per i docenti il modello di domanda sarà disponibile nella sezione di Istanze online a partire da sabato 28 marzo sino a martedì 21 aprile 2020. Gli esiti di tali domande di mobilità saranno pubblicati il 26 giugno.

Il personale Ausiliario, Tecnico e Amministrativo (ATA), invece, potrà presentare domanda a partire dal primo aprile e sino al 27 aprile 2020 (gli esiti saranno pubblicati il 2 luglio). Gli insegnanti di religione cattolica potranno inoltrare l’istanza di mobilità dal 13 aprile al 15 maggio 2020 (esiti pubblicati 1 luglio). Infine il personale educativo potrà fare domanda dal 4 al 28 maggio 2020 (esiti movimenti il 10 luglio).

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha dichiarato in merito: “data l’emergenza sanitaria italiana, risulta essere obbligatorio da parte del Governo garantire al personale scolastico la possibilità di potersi riavvicinare a casa“. Nei prossimi giorni, sul sito del Ministero dell’Istruzione, sarà attivato un supporto telematico per il personale scolastico con help deskguida alla compilazione della domanda.

Nella domanda di mobilità si potranno esprimere sino a 15 preferenze, per tutti gli ordini e gradi, attraverso il codice di istituzione scolastica autonoma. Le tipologie di preferenze sono le seguenti: scuola, distretto, comune e provincia. Va precisato che il docente immesso in ruolo dovrà rimanere per 5 anni nella scuola di immissione in ruolo e nel medesimo tipo di posto e classe di concorso (con le dovute eccezioni, in situazione di soprannumero o esubero).

Al momento le attività scolastiche di ogni ordine e grado sono sospese e non è dato sapere quando saranno riprese, in quanto allo stato attuale risulta impossibile ipotizzare qualsiasi scenario, dal momento che a decidere la via da perseguire sarà la curva dei contagi, che ad oggi 25 marzo è ancora in forte crescita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - La didattica sta continuando mediante piattaforme online, questo per permettere agli studi di concludere nel migliore dei modi il corrente anno scolastico, che resterà nella storia per l'emergenza sanitaria derivata dal contagio del nuovo Covid-19. Intanto il Ministro dell'Istruzione sta studiando come poter effettuare gli esami di Maturità, ma al momento non c'è ancora niente di ufficiale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!