Iscriviti

Messa a disposizione per incarichi di supplenza, quando inviarla

La domanda di messa a disposizione va presentata ai Dirigenti Scolastici per candidarsi a coprire eventuali incarichi di supplenza, vediamo il periodo migliore per inviare domanda.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 3 agosto 2018, alle ore 17:05

Mi piace
7
1
Messa a disposizione per incarichi di supplenza, quando inviarla

Gli aspiranti docenti (in possesso di una classe di concorso per l’insegnamento, ma anche diploma ad esempio magistrale) che sono iscritti nelle graduatorie d’istituto di terza fascia ma anche coloro che non sono iscritti, possono presentare per il corrente anno scolastico 2018/2019 la domanda di Messa a Disposizione

Tale domanda andrà presentata al dirigente scolastico della Scuola in cui si vorrà essere contattati per un’eventuale incarico di supplenza. I dirigenti scolastici in caso di posti vacanti (ad esempio le graduatorie esaurite o mai costruite) possono attribuire una supplenza a chi ha presentato domanda di messa a disposizione.Le domande di messa a disposizione possono essere inviate in differenti periodo dell’anno scolastico, vediamo nel dettaglio qual è il periodo migliore per poterle inviare.

Messa a disposizione: quando è preferibile inviarla

Le domande di Messa a disposizione possono essere presentate una o più volte durante tutto l’anno scolastico. Sebbene, i periodi in cui sarà più facile ottenere una supplenza sono quelli dopo il 20 agosto sino ad ottobre, nel mese di gennaio, marzo e giugno (per i corsi di Recupero estivi).

E’ utile precisare che alcune scuole potrebbero scegliere, autonomamente e per motivi organizzativi, di porre una data entro cui inviare categoricamente tale domanda, in tal caso occorre rispettare le richieste previste dal singolo istituto. 

I modelli di domanda Mad

I modelli di domanda Mad possono essere scaricati direttamente online (eccetto per le scuole che richiedono procedure particolari), una volta compilato il modello più adatto alle vostre esigenze potrete inviarlo a tutte le scuole di vostro interesse. La domanda MAD può essere inviata sia nelle scuole statali sia in quelle private, oltre che paritarie e nei centri di formazione professionali.

Per rendere più agevole l’invio delle Mad è possibile usufruire dei siti specializzati, che consentono l’invio multiplo delle domande di messe a disposizione nella provincia di vostro interesse. Il costo base per poter inviare le Mad tramite i siti specializzati è di 19 euro, per le classi di concorso della primaria e dell’infanzia, invece, il costo aumenta a 38 euro per le scuole medie inferiori e superiori.

Inoltre, tali siti specializzati sapranno consigliarvi anche la provincia con maggiori probabilità di poter essere convocati a supplenza. Gli incarichi di supplenza tramite la Mad possono durare da pochi giorni ad alcuni mesi, consentendo cosi di accumulare punteggio utile sia per le graduatorie di istituto che per i concorsi scuola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Gli aspiranti docenti (in possesso di una classe di concorso per l'insegnamento, ma anche diploma ad esempio magistrale) che sono iscritti nelle graduatorie d'istituto di terza fascia ma anche coloro che non sono iscritti, possono presentare per il corrente anno scolastico 2018/2019 la domanda di Messa a Disposizione, in modo da poter effettuare supplenze brevi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!