Iscriviti

L’Istituto Comprensivo "Alvaro" di Francavilla Marittima sul set del docu-film "Lagaria tra storia e leggenda"

La Scuola Secondaria di I grado di Francavilla Marittima ha partecipato alle riprese del docu-film "Lagaria tra storia e leggenda" in uno dei siti calabresi più interessanti della Magna Grecia: il Parco Archeologico Timpone Motta e Macchiabate.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 5 novembre 2020, alle ore 11:29

Mi piace
3
0
L’Istituto Comprensivo "Alvaro" di Francavilla Marittima sul set del docu-film "Lagaria tra storia e leggenda"

È stata scelta la classe 3A della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “Alvaro” di Francavilla Marittima, guidato dalla dirigente scolastica Maria Carmela Rugiano, per partecipare alle riprese del docu-film “Lagaria tra storia e leggenda”, girato lo scorso 27 ottobre al Parco Archeologico Timpone Motta – Macchiabate, uno dei siti calabresi più interessanti della Magna Grecia.

Il sito è indagato da anni da diverse missioni archeologiche internazionali, le quali hanno rilevato le fondazioni di un santaurio greco dedicato alla dea Atena sull’acropoli del Timpone Motta, le tracce di un villaggio sui Pianori e le tombe indigene nella necropoli di Macchiabate, tra cui il cenotafio di Epeo artefice del cavallo di Troia e fondatore dell’abitato enotrio di Lagaria.

Il relativo docu-film è stato ideato dall’Associazione Itineraria Bruttii nell’area di un progetto di valorizzazione del Parco archeo-didattico di “Athena e di Epeo da Lagaria”, in sinergia con Invitalia ed il MIBACT. Le scene che hanno visto protagonisti gli alunni sono state quelle del “laboratorio di scavo simulato” e quella della “bottega di falegnameria”, coadiuvate dalla presenza di un fantasma di nome Kala, con riferimento alla scritta greca del vaso ritrovato in una sepoltura della necropoli di Macchiabate, e del personaggio Epeo, noto per essere stato il costruttore del cavallo di Troia, di cui si conserva una riproduzione colossale sul Timpone Motta.

La particolare giornata è terminata con la partecipazione di tutti gli studenti al “percorso avventura” provvisto di giochi didattici e caratterizzato dal tiro con l’arco al bersaglio antropomorfo, posto nello spazio antistante l’Antiquarium caratterizzato da mostre tematiche. La presenza degli allievi sul set “Lagaria tra storia e leggenda” si è rivelata un’importante opportunità per approfondire la conoscenza del patrimonio culturale di uno dei parchi archeologici più apprezzati dell’Alto Jonio Cosentino ricadente nel Parco Nazionale del Pollino.

Nel rispetto delle norme anti-covid attualmente vigenti, le scene al chiuso sono state rigorosamente evitate preferendo le scene all’aperto, dove gli studenti hanno mantenuto la distanza di sicurezza, dopo aver misurato la temperatura, indossato la mascherina e igienizzato le mani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossana Lucente

Rossana Lucente - È di fondamentale importanza educare le giovani generazioni all'amore per la storia del proprio territorio, rendendoli cittadini attivi e consapevoli per la salvaguardia dell'ambiente fisico e culturale. Uscire dalla scuola per scoprire la realtà circostante è una delle attività formative più stimolanti per l'arricchimento degli allievi, attività attualmente limitate a causa delle misure restrittive anti-covid.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!