Iscriviti

Il Miur annuncia i nomi dei commissari esterni degli esami di maturità

Il Ministero della Pubblica Istruzione, tramite twitter, ha annunciato il sito sul quale poter consultare i nomi dei commissari esterni degli esami di maturità.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 7 giugno 2018, alle ore 08:34

Mi piace
6
0
Il Miur annuncia i nomi dei commissari esterni degli esami di maturità

Per ogni studente, gli esami di maturità sono una tappa segnante della vita. Chi mi troverò di fronte in questi fatidici giorni? Questa è la domanda che si pone ogni maturando. Il Ministero della Pubblica Istruzione tramite il suo account twitter, ha reso noto il quando e il dove trovare online i nomi dei commissari esterni. Infatti da poco più di 24 ore, è possibile rispondere a tutte le proprie domande sull’identità dei commissari sulla sezione apposita del sito ministeriale dedicato alle commissioni. 

Quest’anno sono circa 500 mila gli aspiranti maturandi, per un totale di 13 mila commissioni e presidenti di commissione, 38 mila commissari esterni e 75 mila commissari interni, dei quali questi ultimi sono noti già da qualche settimana. 

Inizia ora la “caccia all’uomo”, la gara al racimolare più informazioni possibili sui professori sconosciuti, per fronteggiarli al meglio soprattutto il giorno della prova orale. Tutti i membri esterni delle commissioni, sono infatti docenti o presidi di scuole della medesima provincia della scuola a cui sono stati assegnati; non sarà quindi difficile trovare in rete qualche studente che conosca il professore oggetto di indagine di ogni singolo studente. 

Tuttavia anche le prove scritte destano preoccupazione, soprattutto la seconda prova, quella dell’indirizzo scolastico specifico di ogni scuola, che saranno corrette da docenti esterni. La prima prova, quella di italiano, verrà invece corretta dal commissario interno. 

Gli esami di Stato cominceranno il 20 giugno con la prova di italiano, il giorno seguente la prova d’indirizzo ed infine il 25 giugno la terza prova, che consiste su domande a risposta multipla ed aperte su quattro o cinque discipline che non sono state trattate nella prima e nella seconda prova. Dopo la correzione di tutte le prove si passerà agli esami orali, sorteggiando una lettera e proseguendo poi in ordine alfabetico tra i cognomi degli studenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luana Di Blasi

Luana Di Blasi - l'esame di stato è una tappa importante nella vita di una persona. può essere considerato il primo vero momento in cui ci si mette alla prova, impegnandosi a raggiungere un importante obiettivo. tuttavia la pressione a cui si sottopongono i giovani studenti è spesso eccessiva e può talvolta risultare controproducente e dannosa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!