Iscriviti

Il Coding come nuova materia di studio nelle scuole

La tecnologia sta interessando tutti gli ambiti della nostra vita, incidendo sul successo dell’alunno. Il coding, ovvero la programmazione informatica, potrebbe diventare nei prossimi anni una vera e propria materia di studio a scuola.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 20 novembre 2018, alle ore 16:03

Mi piace
6
1
Il Coding come nuova materia di studio nelle scuole

La scuola sta cambiando strategie e metodi didattici e la tecnologia ha assunto un ruolo predominante. I metodi di insegnamento e di apprendimento stanno cambiando a partire dalla scuola Primaria e dell’Infanzia. Un largo interesse si sta dando al Coding, ovvero la programmazione informatica, persino nella scuola dell’infanzia, con un Coding alla portata dei bambini.

Parlare di Coding significa parlare di un approccio che mette la programmazione informatica al centro di un percorso dove l’apprendimento, già a partire dai primi anni di vita, percorre strade nuove con la stimolazione ad un approccio volto alla risoluzione dei problemi. Con il coding bambini e ragazzi sviluppano il pensiero computazionale, l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi.

L’obiettivo del Coding non sarà solo quello di programmare, ma quello di programmare con lo scopo di apprendere. L’insegnamento della programmazione ai bambini avviene tramite l’utilizzo di giochi interattivi, come i robot, i quali obbediscono a comandi in codice, oppure tramite apposite applicazioni, come ad esempio Scratch.

Bambini e ragazzi impareranno il Coding davanti a quello che più li diverte: un tablet, il monitor di un pc, un robot.  Con il Coding e il pensiero computazionale i più giovani potranno cimentarsi in attività nuove, imparando i linguaggi di programmazione divertendosi. Il Coding a scuola sta facendo tutto questo, ovvero sta proponendo un modo diverso di aggiungere cose nuove al proprio bagaglio di conoscenze, percorrendo strade inedite per apprendere, quanto per insegnare.

Inomma, un utile strumento per la didattica, che fa sì che l’apprendimento faccia rima con divertimento, soprattutto per gli alunni più piccoli. Nella scuola Primaria si utilizza molto Scratch o Scratch Jr., con un linguaggio di programmazione di tipo grafico. Poi ci sono anche gli esercizi del sito code.org, tutti da scoprire per un divertimento assicurato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Personalmente ritengo che il Coding sia molto utile per non dover più sorbire esclusivamente lezioni lunghe e noiose su temi altrettanto tediosi. Con questo nuovo strumento didattico, invece, si può imparare divertendosi. Attraverso il Coding è possibile anche apprendere i concetti base di altre materie più comuni, come scienze e matematica, applicando la logica nella risoluzione di problemi più o meno complessi.

Lascia un tuo commento
Commenti
Marilena Carraro
Marilena Carraro

20 novembre 2018 - 20:22:15

Già da due anni... nella mia scuola

0
Rispondi