Iscriviti

Formazione neoassunti: indicazioni compilazione Bilancio Iniziale

I Bilanci Iniziali inviati nell'ambiente neoassunti sino al 20 dicembre 2018 sono stati appena 1.742. Indire pubblica l'aggiornamento delle attività svolte in piattaforma con cadenza di 15 giorni, i prossimi dati saranno pubblicati il 15 gennaio.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 11 gennaio 2019, alle ore 16:01

Mi piace
8
0
Formazione neoassunti: indicazioni compilazione Bilancio Iniziale

Dai dati pubblicati lo scorso 4 gennaio da Indire è emerso che nel lasso temporale che va dal giorno di apertura della piattaforma neoassuntindire, ossia il 26 novembre, sino al 20 dicembre 2018, i Bilanci Iniziali inviati in maniera definitiva ammontano appena a 1742. È utile precisare che è molto importante completare correttamente il Bilancio delle Competenze Iniziali, in quanto esso, insieme al bilancio finale, è uno strumento chiave dell’anno di formazione e prova.

Il Bilancio Iniziale da un lato consente di dare informazioni su quelle che sono le competenze professionali possedute all’inizio della formazione, dall’altra consente di far riflettere sulle competenze possedute al fine di individuare i propri punti di forza o, al contrario, di debolezza, in un processo di auto-valutazione. Vediamo nel dettaglio alcune indicazioni per una corretta compilazione del Bilancio Iniziale delle Competenze.

Il Bilancio è strutturato in 3 aree, ovvero didattica, organizzazione e professionalità; ogni area è a sua volta articolata in 3 ambiti. Per quanto riguarda la prima area, ovvero quella della didattica, si articola nei seguenti tre ambiti: organizzare situazioni di apprendimento, osservare e valutare gli allievi secondo un approccio formativo e coinvolgere gli allievi nel processo di apprendimento.

La seconda area, quella dell’organizzazione, si articola a sua volta nei seguenti tre ambiti: lavorare in gruppo tra docenti, partecipare alla gestione della scuola e informare e coinvolgere i genitori. L’ultima area, quella riguardante la professionalità, parte dall’affrontare i doveri e i problemi etici della professione, passando per le nuove tecnologie utili per le attività progettuali, organizzative e formative e termina con la formazione continua.

Per ciascun ambito occorrerà selezionare fino a un massimo di 3 descrittori di competenza ed elaborare un testo che motivi la ragione della scelta. Per selezionare i descrittori di competenze è utile partire dalle competenze in possesso ma che si vorranno ampliare, fino alle competenze non possedute che si vorrebbero acquisire.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - La redazione del Bilancio Iniziale rappresenta la premessa sulla base della quale elaborare, con il supporto del tutor e del Dirigente scolastico, il Patto Formativo, all'interno del quale andranno indicate le azioni formative che si intende intraprendere durante l’anno di prova. Pertanto, è di fondamentale importanza una compilazione in ogni sua parte accurata e veritiera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!