Iscriviti

Formazione docenti neoimmessi, tempi e modi. Esclusi i docenti FIT

Gli adempimenti per l'anno di prova prevedono: incontri in presenza, laboratori formativi, osservazione e attività online, per una formazione obbligatoria di 50 ore.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 17 settembre 2018, alle ore 14:57

Mi piace
12
0
Formazione docenti neoimmessi, tempi e modi. Esclusi i docenti FIT

Le indicazioni del Miur per quanto concerne la formazione dei docenti neoassunti per l’anno di prova e formazione 2018/2019 sono fornite nella nota n. 35085 del 2 agosto 2018. In tale nota, infatti, sono indicati tempi e modi di svolgimento dell’anno di prova. Gli adempimenti per l’anno di prova prevedono: incontri in presenza, laboratori formativi, osservazione e attività online. 

L’intero percorso formativo previsto per i docenti neoassunti in ruolo e con passaggio di ruolo è di 50 ore complessive, di cui la maggior parte delle ore (20 ore) andranno dedicate alla formazione online su Indire (la quale aprirà a novembre). La formazione dei docenti neoassunti prenderà inizio con il primo incontro di accoglienza ed informativo della durata di tre ore (in molte scuole la data del primo incontro è stata già fissata a metà del mese di ottobre).

Nel mese di maggio 2019, a conclusione dell’anno di prova, ci sarà un altro incontro di restituzione finale, anche esso della durata di tre ore. Completano le ore previste per l’anno di prova 12 ore previste per i laboratori formativi e/o visite in scuole innovative (sono obbligatori 4 laboratori, ognuno della durata di tre ore) e 12 ore da dedicare all’ attività di peer to peer.

Un documento molto importante per svolgere correttamente l’anno di prova è il bilancio iniziale delle competenze, che dovrà far emergere non solo i punti di forza del docente ma anche e soprattutto i punti di debolezza, in modo che possano essere potenziate durante la formazione (anche eventualmente effettuando dei corsi online specifici). Il docente neoassunto durante l’intero percorso formativo sarà affiancato da un docente tutor, che sarà individuato e assegnato dal Dirigente Scolastico (ogni tutor potrà seguire un massimo di tre docenti neoassunti). 

Un’ultima precisazione va fatta per i docenti ammessi al terzo anno FIT, i quali seguiranno un percorso un po’ differente rispetto ai docenti neoassunti da GaE e Concorso 2016. Ciò è dovuto al fatto che gli ammessi al FIT sono ancora supplenti ed entreranno in ruolo al termine del predetto terzo anno, ovviamente se la valutazione sarà favorevole. Ai docenti ammessi al terzo anno FIT (Formazione e Tirocinio) spetta, come a tutti i docenti neoassunti in ruolo, il bonus di 500 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Personalmente credo che l'anno di prova e formazione debba essere svolto nel migliore dei modi, in modo da poterne trarre i massimi benefici e poter offrire ai propri alunni un valore aggiunto non solo a livello formativo ma anche caratteriale. Importante è un corretto bilancio delle competenze iniziali, cercando di far emergere i punti di debolezza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!