Iscriviti

Docenti neoassunti: dettagli sullo stipendio base e sui giorni di attività

Quanti giorni servono per la validità dell'anno di prova e a quanto ammonta lo stipendio iniziale, che sarà calcolato in base alla fascia stipendiale corrispondente.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 10 settembre 2018, alle ore 15:31

Mi piace
9
0
Docenti neoassunti: dettagli sullo stipendio base e sui giorni di attività

I docenti neoassunti in ruolo e i docenti con cambio di ruolo sono assoggettati al superamento dell’anno di prova, che si sintetizza in una prima formazione offline ed una formazione online sulla piattaforma dedicata dell’Indire (la quale sarà attiva e funzionante nel mese di novembre 2018).

Inoltre l’anno di prova e formazione è ritenuto valido se verranno prestati almeno 180 giorni, dei quali almeno 120 per le attività didattiche (bisogna considerare sia i giorni effettivi di lezione che i giorni impiegati presso la sede di servizio). I docenti che non raggiungeranno i giorni utili o che non supereranno il colloquio finale non potranno essere confermati in ruolo, e dovranno ripetere l’anno di prova, il quale può essere ripetuto una sola volta.

Stipendio iniziale dei neoassunti in ruolo

Un’altra precisazione da fare è riferita allo stipendio iniziale percepito dal docente neoassunto nell’anno di prova e formazione. I docenti neoassunti a tempo indeterminato che sono assoggettati all’anno di prova e formazione percepiranno lo stipendio base iniziale soltanto a seguito del superamento dell’anno di prova e della presentazione della ricostruzione di carriera (la ricostruzione di carriera andrà svolta tramite istanze online al superamento dell’anno di prova; il tempo utile per poterla presentare è dal primo settembre al 31 dicembre).

Lo stipendio sarà adeguato all’anzianità di servizio con il conseguente inquadramento nella fascia stipendiale maturata (le fasce stipendiali per i docenti sono pari a 6, la prima fascia va dagli anni zero a otto anni). Stando ai dati diffusi il primo marzo 2018, i docenti della scuola primaria e dell’infanzia, cosi come i docenti diplomati degli istituti di secondo grado, percepiranno uno stipendio lordo mensile pari a euro 1852,93 €. I docenti della scuola media e degli istituti di secondo grado percepiranno uno stipendio mensile lordo pari a euro 1995,38 €.

Pagamenti dei docenti neoassunti

I docenti neoassunti saranno già pagati a settembre; il Miur ha, infatti, già dato le comunicazioni di avvisi di nomina del personale scolastico e delle comunicazioni che dovranno avvenire al SIDI Assunzioni entro il 13 settembre 2018, in modo che i dati (quali i dati contrattuali, gli estremi bancari e la relativa convalida) possano essere trasmessi al MEF per i pagamenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Personalmente ritengo che l'anno di prova e formazione dei docenti neoassunti debba essere svolto nel migliore dei modi, in modo da poter svolgere la professione di insegnante in modo ottimale. Ai docenti, infatti, vieni chiesto sempre il massimo in quanto hanno il ruolo fondamentale di formare gli studenti sotto differenti aspetti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!