Iscriviti

Convocazioni graduatorie terza fascia: supplenze su spezzone orario

Le convocazioni di supplenza che avvengono in questo periodo dell'anno possono essere sia al termine delle lezioni che al 30/06 o annuali ovvero al 31/08, ma anche su spezzoni orari.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 9 settembre 2019, alle ore 21:24

Mi piace
6
0
Convocazioni graduatorie terza fascia: supplenze su spezzone orario

Nelle scuole principalmente quelle del nord dopo, la settimana scorsa sono iniziate le convocazioni dei docenti dalle graduatorie d’Istituto della terza fascia. Nella convocazione che avviene per email si trovano indicati tutti i dettagli del contratto di supplenza a tempo determinato che la scuola stipulerà con l’aspirante docente. Inoltre, è specificato l’elenco di tutti gli aspiranti docenti inseriti nella graduatoria (in modo da poter consentire una valutazione di massima sulla possibilità di nomina).

Le convocazioni di supplenza che avvengono in questo periodo dell’anno possono essere sia al termine delle lezioni che al 30/06 o annuali ovvero al 31/08, ma anche su spezzoni orari. Vediamo nel dettaglio cosa fare in quest’ultimo caso per completare l’orario. I docenti ai quali viene assegnata una cattedra non completa ovvero uno “spezzone” orario hanno diritto al completamento orario.

Nella scuola di primo e secondo grado superiore, il completamento orario è pari a 18 ore (24 ore nella scuola primaria e 25 nella scuola dell’infanzia). Il completamento dell’orario di cattedra della scuola secondaria può realizzarsi per tutte le classi di concorso (es. 12 ore di A022 e 6 ore di A011). Inoltre, il completamento orario è fattibile anche ad esempio con 12 ore di lettere e 6 ore di sostegno di I grado o anche 12 ore di materia I grado e 6 ore sostegno II grado. Non è possibile completare l’orario con ore d’insegnamento infanzia e primaria o tra infanzia/primaria e I/II grado.

Ad ogni modo, le scuole da assegnare per il completamento orario non possono essere superiori a tre, e dovono essere dislocate al massimo in due comuni facilmente raggiungibili. È da precisare, che sarà possibile rinunciare ad uno “spezzone” orario per accettare una supplenza su una intera cattedra sino al 30 giugno o 31 agosto, purché all’atto della convocazione non ci siano disponibili cattedre o posti interi.

Infine, nel caso in cui risultino ancora cattedre scoperte dopo la convocazione dei candidati dalla graduatoria d’ istituto della terza fascia, le segreterie potranno prendere in esame la messa a disposizione (Mad). Pertanto, questo periodo di settembre risulta essere quello ottimale per poter inviare al dirigente scolastico la domanda di messa a disposizione nella classe di concorso di insegnamento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Le istanze di Messa a Disposizione dalle segreterie saranno analizzate in ordine di arrivo presso gli istituti scolastici. La domanda di messa a disposizione potrebbe essere una buona opportunità d'insegnamento a tutti gli effetti in una scuola pubblica, infatti con essa si stipula un contratto di supplenza a tempo determinato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!