Iscriviti

Concorso straordinario Infanzia e Primaria, calcolo del punteggio

Il punteggio totale da attribuire ai titoli valutabili e agli anni di servizio è pari a 70 punti. La somma delle valutazioni della sezione titoli non può superare i 20 punti, quella del servizio i 50 punti.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 18 ottobre 2018, alle ore 17:15

Mi piace
13
0
Concorso straordinario Infanzia e Primaria, calcolo del punteggio

Sarà pubblicato il prossimo mese di novembre, così come anticipato da quotidiano ItaliaOggi, il bando di Concorso straordinario per Infanzia e Primaria. L’accesso a tale concorso è riservato ai diplomati magistrale e laureati in scienze della formazione primaria con due annualità di lavoro specifico (infanzia, primaria o sostegno) nelle scuole statali, anche non consecutivi.

La novità di tale concorso consiste nel sostituire alla prova scritta una valutazione dei titoli e degli anni di servizio svolti, nel limite massimo di 70 punti, di cui 20 punti per i titoli e 50 punti per i servizi. Vediamo nel dettaglio come saranno valutati gli anni di servizio svolti.

Punteggio attribuibile ai titoli valutabili e agli anni di servizio svolti

Quanti punti verranno attribuiti per ogni anno di servizio nel Concorso straordinario per Infanzia e Primaria? Gli anni di servizio incideranno nel limite massimo di 50 punti sul voto finale e qualora il punteggio degli anni di servizio superi i 50 punti, il punteggio sarà ricondotto a tale limite massimo. Per ogni anno di servizio prestato sullo specifico posto si attribuiranno 5 punti.

Va precisato che per l’attribuzione del punteggio agli anni di servizio sono validi anche i servizi effettuati prima degli 8 anni, infatti il limite temporale degli 8 anni vale soltanto per il requisito di accesso. Inoltre, ai fini del punteggio, è valido anche il servizio svolto nelle scuole statali o paritarie e nelle istituzioni convittuali statali. Il servizio svolto nei percorsi di istruzione dei Paesi UE è valutato ove riconducibile alla specificità del posto.

Per quando riguarda il servizio sul sostegno, esso sarà valido anche se svolto senza il relativo titolo di specializzazione, necessario invece per l’accesso alla specifica procedura sul sostegno. Il punteggio derivante dagli anni di servizio svolti andrà sommato al punteggio derivante dai titoli valutabili, per i quali il punteggio massimo potrà essere di 20 punti.

Il voto finale sarà completato dal voto conseguito durante la prova orale, ovvero la lezione simulata della durata massima di 30 minuti, più il colloquio sui contenuti della lezione ed alcune domande finalizzate all’accertamento della lingua straniera; il massimo voto conseguibile è di 30 punti. I vincitori del concorso saranno assunti con contratto a tempo indeterminato dal prossimo anno scolastico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - La novità di tale concorso è quella di sostituire alla prova scritta una valutazione dei titoli e degli anni di servizio svolti, nel limite massimo di 70 punti, di cui 20 punti per i titoli e 50 punti per il servizio svolto. Tale novità permette di dare maggiore importanza a chi ha già lavorato nelle scuole.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!