Iscriviti

Concorso Regione Campania: possibilità di inserire il servizio civile

È prorogata al 13 gennaio la scadenza per l'invio della domanda di ammissione al concorso Cpi, dato che il giorno 12 cade di domenica. I concorsi prevedono l’assunzione di 416 diplomati (categoria C) e di 225 laureati (categoria D).

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 10 gennaio 2020, alle ore 21:52

Mi piace
9
0
Concorso Regione Campania: possibilità di inserire il servizio civile

Prorogata al 13 gennaio prossimo, il termine ultimo per poter inviare la domanda di partecipazione al concorso bandito dalla Regione Campania, per il potenziamento dei centri dell’impiego. Nel dettaglio, i concorsi prevedono l’assunzione di 416 diplomati (categoria C) e di 225 laureati (categoria D).

Nei giorni scorsi, la Regione Campania ha pubblicate delle nuove Faq, riferite al servizio prestato. Nello specifico, viene precisato che il periodo di servizio civile universale prestato presso le amministrazioni pubbliche, potrà essere inserito tra i titoli di servizio. Al contrario, non potrà essere inserito trai titoli di servizio, i tirocinio (come ad esempio, quelli svolti con Garanzia Giovani), in quanto, i tirocini non costituiscono rapporti di lavoro.

Prove d’esame e come prepararsi

I candidati al concorso dovranno sostenere, una prova preselettiva, che si svolgerà con modalità informatiche e sarà comune a tutti i profili. Essa sarà costituita da domande a risposta multipla con tre opzioni di risposta. Le domande proposte ai candidati saranno estratti da una banca dati. Sul sito della Regione Campania, sarà pubblicata la banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

La pubblicazione della banca dati dovrebbe avvenire, almeno, 15 giorni prima dello svolgimento della prova. I candidati che supereranno la prova pre-selettiva avranno accesso alla prova scritta. Anche la prova scritta, si svolgerà con modalità informatiche. Essa sarà costituita da 60 domande a risposta multipla sulle materie specificate nell’articolo 7 dei singoli bandi (pertanto, la prova scritta sarà differente a seconda del profilo, per cui si concorre).

I candidati che supereranno la prova scritta (a ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +0,50 di punto; -0,15 alle risposte errate, 0 punti alle risposte omesse), saranno ammessi all’ultima prova prevista ovvero il colloquio orale. La prova orale prevederà un colloquio interdisciplinare sulle materie indicate nei bandi, con domande di conoscenza della lingua inglese e sulle competenze informatiche.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Per una preparazione efficace alla prova preselettiva sarà possibile studiare su un manuale specifico per tutti i profili. In linee generali, i manuali proposti in commercio sono formati da una parte manualistica cui seguono test di verifica a risposta multipla. Inoltre, i manuali proposti sono aggiornati alle ultime novità normative. Oltre ai manuali, i candidati potranno utilizzare delle applicazioni che permetteranno di esercitarsi mediante infinite simulazioni delle prove di selezione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!