Iscriviti

Concorso DSGA, prova preselettiva e prova scritta

La prova preselettiva consiste nella somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla, estratti da una banca dati di 4000. La banca dati sarà nota almeno 20 giorni prima della prova preselettiva. I candidati che supereranno tale prova saranno ammessi alla successiva prova scritta.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 30 gennaio 2019, alle ore 20:15

Mi piace
19
0
Concorso DSGA, prova preselettiva e prova scritta

Sono 102.900 le domande totali inviate per l’ammissione al Concorso per Direttori dei Servizi Dsga. L’intera procedura concorsuale sarà preceduta  dalla prova preselettiva nazionale, la quale si svolgerà al computer nelle sedi individuate dagli uffici scolastici regionali. ll prossimo venerdì 15 marzo sulla Gazzetta Ufficiale saranno pubblicate sedi e calendario.

In tale prova preselettiva verrà chiesto ai candidati di rispondere a 100 quesiti a risposta multipla, con quattro opzioni, vertenti sulle discipline previste per le prove scritte. I quesiti saranno estratti da una banca dati di 4000 quesiti, la quale sarà resa nota tramite pubblicazione sul sito del Ministero dell’Istruzione almeno 20 giorni prima dell’avvio della prova. Vediamo nel dettaglio come verrà valutata la prova preselettiva e i dettagli sulle altre prove previste.

Il punteggio della prova verrà reso noto al termine della stessa; il punteggio massimo ottenibile sarà pari a 100 (il punteggio ottenuto non ha valore nella formazione del voto finale nella graduatoria di merito). Il punteggio ottenuto sarà dato dalla somma delle risposte corrette (ad ogni risposta corretta sarà assegnato un punto, al contrario non sarà assegnato nessun punto alle risposte non date o errate).

I candidati che supereranno la prova preselettiva saranno ammessi alla successiva prova scritta, la cui ammissione sarà consentita ad un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso in ogni regione. La prova scritta sarà strutturata in due parti.

La prima parte della prova scritta prevede la risposta a sei domande a risposta aperta, mentre la seconda parte, di natura teorico-pratica, consisterà nella risoluzione di un caso concreto attraverso la redazione di un atto su uno degli argomenti previsti dal bando. La prova scritta si svolgerà nella stessa data in ogni regione nelle sedi individuate dagli uffici scolastici regionali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - I candidati che supereranno la prova scritta, la quale ha una votazione minima di 21/30, valutazione data dalla media aritmetica dei punteggi conseguiti in ciascuna parte della prova, avranno accesso alla fase finale del Concorso, ovvero la prova orale, della durata massima complessiva di 30 minuti; anche tale prova si supera con un voto minimo di 21/30.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!