Iscriviti

Bonus pc e internet, le domande partiranno il 20 settembre

Il voucher pc e internet prevede contributi da 200 a 500 euro per famiglie che intendono dotarsi di connessioni e strumenti per la navigazione o di potenziare una connessione già esistente.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 17 settembre 2020, alle ore 12:11

Mi piace
5
0
Bonus pc e internet, le domande partiranno il 20 settembre

La tecnologia si è rilevata essenziale nei mesi di lockdown, molti cittadini hanno lavorato in smart working e migliaia di studenti hanno studiato mediante la didattica a distanza; così sarà per il prossimo futuro. Il Governo, per fronteggiare la sempre maggiore esigenza di connettività del nostro Paese, ha messo in atto il bonus per l’acquisto di personal computer e della rete internet.

Tale bonus messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico prevede contributi alle famiglie per importi compresi da 200 a 500 euro. Nei giorni scorsi sono state sbloccate le risorse economiche necessarie per rendere il bonus operativo. Il bonus potrà essere richiesto mediante apposita piattaforma, previo possesso dell’Isee e delle credenziali Spid.

Le richieste dei voucher andranno fatte mediante un’apposita piattaforma web, che dovrebbe essere attivata a partire dal 20 settembre 2020 (tale data non è ancora stata ufficializzata dal Governo). Il contributo economico previsto dal Governo servirà alle famiglie che ne faranno richiesta per acquistare computer e per pagare la bolletta della rete internet.

L’importo del voucher varierà a seconda del valore dell’Isee dei beneficiari, per le famiglie con ISEE inferiore a 20 mila euro, l’importo erogato sarà di 500 euro (300 euro per l’acquisto di pc o tablet e 200 euro per coprire i costi della rete internet). Per i cittadini con ISEE inferiore a 50 mila euro, il valore del bonus scenderà a 200 euro.

Pertanto, la richiesta del contributo potrà essere effettuata sia dai cittadini che risultano privi di connessione internet sia da coloro i quali vogliano aumentare la velocità della propria connessione (se inferiore a 30 Mbit/s). Il miglioramento prevederà un passaggio ad una connettività superiore, fino 1 Gbps. La società autorizzata a rilasciare i buoni sconto è quella della Infratel Italia (Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia S.p.A.).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Credo che il bonus pc e internet sia davvero un incentivo molto valido per lo sviluppo tecnologico dell'Italia. Sebbene la durata dell’agevolazione dovrebbe essere pari ad almeno un anno di contratto, i singoli operatori avranno la possibilità di offrire contratti anche di durata superiore all'anno e potranno offrire contratti che rispondano alle esigenze dei singoli cittadini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!