Iscriviti

Anno di prova neoassunti: il bilancio iniziale e le novità

Il bilancio iniziale è uno strumento di autovalutazione molto importante, dovrà infatti far emergere i punti di forza e debolezza di ogni docente.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 20 settembre 2018, alle ore 14:17

Mi piace
9
0
Anno di prova neoassunti: il bilancio iniziale e le novità

Gli adempimenti per l’anno di prova dei docenti neoassunti e con passaggio di ruolo prevedono: incontri in presenza, laboratori formativi, osservazione e attività online. L’attività online vedrà il maggior dispendio di ore e si svolgerà sull’apposita piattaforma neoassuntindire2018/2019, la quale sarà attiva e funzionante nel mese di novembre, si stima intorno al 20. Prima dell’apertura della piattaforma è consigliabile dare già da ora un’occhiata ad uno dei documenti più importanti da compilare su Indire, ovvero il Bilancio Iniziale delle Competenze (facilmente scaricabile online).

Vediamo nel dettaglio maggiori informazioni su tale documento e sulle novità previste per il corrente anno scolastico. Il bilancio iniziale è uno strumento di autovalutazione molto importante, dovrà infatti far emergere i punti di forza e debolezza di ogni docente. Per grosse linee esso seguirà lo stesso format dello scorso anno scolastico 2017/2018, sebbene è prevista per il corrente anno scolastico 2018/2019 qualche piccola semplificazione.

Lo scopo di tale documento è quello di personalizzare le attività formative e permettere di elaborare un progetto di formazione in servizio coerente con le specifiche esigenze del docente neoassunto. Dal bilancio iniziale seguirà la stipula del patto per lo sviluppo professionale con il dirigente scolastico. Al momento i tempi di redazione di tale documento non sono immediati, infatti esso andrà redatto a partire da metà dicembre fino a fine gennaio. Sebbene è utile anticipare sin da ora qual è la struttura del Bilancio Iniziale delle Competenze.

Nello specifico esso si compone di tre distinte macro-aree ovvero: didattica (relativa all’insegnamento), organizzazione (relativa alla partecipazione scolastica) e professionalità (relativa alla formazione di ogni docente neoassunto in ruolo). Per ogni macro area ci saranno degli indicatori, ovvero delle domande guida, finalizzate ad una corretta compilazione.

Le semplificazioni di quest’anno saranno previste proprie su alcuni indicatori, in modo da rendere più agevole la compilazione del documento. Infine, bisogna informarsi sulle normative e sui documenti che disciplinano l’anno di prova, in primis il Decreto Ministeriale 850 del 27/10/2015 e la Circolare Ministeriale 35085 del 2/08/18.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Il bilancio iniziale delle competenze è uno strumento di autovalutazione molto importante, che dovrà far emergere i punti di forza e debolezza di ogni docente. Ed è per questo che, secondo me, è davvero utile la sua corretta compilazione per il proseguimento di un'efficace formazione dei docenti neoassunti nell'anno di prova.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!