Iscriviti

Zepp Z: ufficiale il nuovo sportwatch elegante di Amazfit, attento alla salute

Nel corso del breve ma pregno evento di presentazione dedicato, Amazfit ha presentato il nuovo smartwatch Zepp Z dell'omonimo sottobrand Zepp, caratterizzato da una grande autonomia messa a disposizione, in uno chassis elegante, dello stato di salute.

Hi-Tech
Pubblicato il 17 novembre 2020, alle ore 19:19

Mi piace
0
0
Zepp Z: ufficiale il nuovo sportwatch elegante di Amazfit, attento alla salute

Zepp, il giovane sottobrand di Amazfit (partner di Xiaomi), che solo lo scorso Settembre aveva ufficializzato il suo primo ed elegante smartwatch, si è appena ripetuto, ampliando il suo ancor acerbo listino col sempre elegante, e smart, sportwatch Zepp Z, in arrivo a fine Novembre, quindi in tempo per i desiderata natalizi.

Smartwatch di classe, Zepp Z (45.9 x 45.9 x 10.75 mm , per 40 grammi) lo è sin dalla struttura: il design classico del telaio, impermeabile sino a 5 atmosfere o 50 metri, è circolare, accompagnato a destra da 3 pulsanti fisici tra cui l’iconica coroncina centrale (per scorrere le 50 pagine di contenuti, variare la watchface, anche con la propria foto, regolare gli allarmi) e un pulsante salutistico (quello in alto) per visualizzare con una semplice pressione i dati della frequenza cardiaca, dello stress, della saturazione dell’ossigeno nel sangue: chi non ama i pulsanti fisici, in seguito a un futuro aggiornamento OTA, potrà beneficiare del supporto di 58 comandi vocali indirizzati ad Alexa, con i quali gestire la domotica, impostare allarmi, chiedere le previsioni del meteo, di farsi ricordare appuntamenti, etc. 

Presenti due “anse” saldate alla struttura per l’aggancio del suggestivo cinturino in pelle marrone (22 mm), il tettuccio dello Zepp Z è dominato, sotto un vetro leggermente curvo, da un OLED display da 1.39 pollici, risoluto a 454 x 454 pixel, con ottime densità di pixel per pollice (326 PPI) e gamma cromatica (100% sulla scala NTSC), trattamento anti impronte, senza dimenticare la funzionalità “always on“, perimetrato da una lunetta in titanio (usato anche per fibbia, chassis, e pulsanti).

Quest’ultima, sottoposta a processi di sabbiatura e satinatura (hairline), protetta dai graffi grazie alla nanotecnologica NTC, con incisioni laser tangibili per numeri e trattini segnatempo, beneficiata da un processo di lucidatura maggiormente resistente, non acclude però alcun sensore idoneo a chiudere il circuito sì da consentire anche la funzione dell’elettrocardiogramma.

Il nuovo wearable di Amazfit, difatti, monta un sensore ottico sul dorso (BioTracker 2.0 PPG), che si concede altre funzionalità, tra cui il tracciamento della frequenza cardiaca (per 24 ore, con segnalazioni delle anomalie), il calcolo della saturazione dell’ossigeno nel sangue (SpO2, con margine di errore dell’1.6%), contribuendo anche a valutare il livello di stress, ed a registrare la qualità del sonno (sì da fornire consigli per migliorarla). 

Sul versante sportivo, Zepp Z, grazie al GPS (GLONASS) integrato, traccia i passi fatti durante il giorno, e permette di attenzionare una dozzina di attività sportive, tra cui l’appassionato potrà reperire il nuoto in acque libere, lo sci, il ciclismo indoor (quindi cyclette o ciclismo su rulli), l’arrampicata, le passeggiate, il tapis, etc. I dati raccolti, instradati via Bluetooth verso lo smartphone, iOS o Android, permetteranno anche di ottenere una stima dello stato generale di salute, grazie all’indice PAI

Ovviamente in grado di palesare le notifiche (via Bluetooth 5.0) dello smartphone, e di tenere al corrente degli impegni importanti tramite dei promemoria, grazie alla batteria da 340 mAh (caricabile via pin magnetici in 2.5 ore), Zepp Z promette 30 giorni di autonomia con un utilizzo base, o la metà, due settimane, con un utilizzo definito “classico“: mettere mano all’ultimo gioiellino di Amazfit non sarà facile, visto che costerà addirittura più del predecessore, essendo prezzato – per la fine di Novembre (anche in Italia) – a 349.90 euro, con disponibilità promessa (dopo il periodo di pre-ordine attuale già in corso nel sito istituzionale) sia su Amazon che in vari altri store online. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Che dire: a livello strutturale, lo Zepp Z è a dir poco stupendo e rasenta davvero una qualità costruttiva premium. Le funzionalità smart sono di base, come pure quelle sportive: un plus aggiuntivo, quindi, sarà l'arrivo di Alexa, che renderà davvero utile il microfono integrato. Buona l'autonomia, lo Zepp Z offre un notevole supporto allo stato di salute, con varie funzionalità studiate grazie alla collaborazione di diversi ospedali cinesi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!