Iscriviti

Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019: già trapelata la variante top al China Joy 2019

Ormai sulla rampa di lancio in Cina, risulta ufficiale il nuovo portatile da gaming del gruppo cinese Xiaomi che, noto come Mi Gaming Laptop 2019, sarà distribuito con gli ultimi ritrovati computazionali, e display finalmente da 144 Hz.

Hi-Tech
Pubblicato il 2 agosto 2019, alle ore 17:56

Mi piace
5
0
Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019: già trapelata la variante top al China Joy 2019

Tra il 2 e il 5 Agosto si terrà, presso l’Expo Convention Center di Shangai, la China Digital Entertainment Expo & Conference, detta anche China Joy 2019, ovvero la più importante fiera asiatica per il gaming e l’intrattenimento digitale, nel corso della quale diversi colossi hi-tech si accingono ad annunciare le loro novità per il settore. Tra queste vi sarà anche Xiaomi, il cui inedito gaming notebook Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019 sembrerebbe, però, essere stato già svelato.

Erede del modello del Marzo 2018, frenato però nel successo da una mancata distribuzione ufficiale in Occidente, e soprattutto da un refresh rate a 60 Hz, lo Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019, secondo il nome condiviso su Weibo dalla divisione notebook del colosso cinese, si è palesato ufficialmente in 3 configurazioni di livello differente, aventi per comuni denominatori, all’interno di un design discreto che ricalca quello delle edizioni 2018: il sistema operativo Windows 10 Home, un ampio array di porte d’espansione (tra cui un card reader, una Ethernet LAN, un jack da 3.5 mm per le cuffie, un ingresso per il microfono, quattro porta USB 3.0), le connettività Wi-Fi dual band, GPS integrato e Bluetooth 5.0, una webcam HD da 1 megapixel, una tastiera retroilluminata a LED con touchpad multi-gesture, una batteria da 55 Whr (4/4.5 ore di riproduzione video in locale/online, 4.5 ore di web surfing), un display con refresh rate a 144 Hz con ampia copertura dello spazio colore NTSC (72%) entro l’81% di screen-to-body, supportato da schede grafiche dedicate Nvidia RTX/GTX con architettura Turing, e processori Intel della generazione più attuale.

La variante base (circa 973 euro, o 7.499 yuan) supporterà il display da 144 Hz con una GPU dedicata Nvidia GTX 1660 Ti, abbinata ad un processore Intel Core i5, appartenente alla 9° generazione: la RAM, con frequenza operativa a 2.660 MHz, sarà di 8 GB, mentre lo storage, a stato solido, ammonterà a ben 512 GB.

Salendo di un gradino, sarà disponibile lo Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019 di livello intermedio (1.115 euro, o 8.599 yuan). Qui, vengono conservati il display responsivo in ottica gaming, grazie ai suoi 144 Hz di refresh rate, ed il supporto lato hardware assicurato dalla scheda grafica Nvidia GTX 1660 Ti. La RAM sale, come ammontare quantitativo, raddoppiando a 16 GB, mentre lo storage SSD, già corposo con i suoi 512 GB, rimane invariato rispetto al modello più piccolo. A beneficiarne è il processore, sempre di 9° generazione, ma Intel Core di livello i7 (i7-9750H).

Durante le prime battute del China Joy 2019, negli stand Xiaomi è stata già avvistata da Gizmochina la variante top del nuovo Xiaomi Mi Gaming Laptop 2019 (ipotizzata sui 9.000 yuan circa, intorno ai 1.167 euro).

Quest’ultima (pressappoco 1.167 euro o 8.999 yuan) ha un’elegante livrea d’acciaio inossidabile spessa appena 20.9 mm, ed è provvista di due speaker stereo ottimizzati Dolby Atmos da 3 W di potenza ciascuno: risulta inoltre uguale rispetto al modello intermedio, eccezion fatta per la GPU dedicata in appoggio al monitor da 15.6 pollici, sempre Nvidia, ma della famiglia RTX, in veste della più performante 2060.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Complessivamente, anche il modello precedente non è che mi dispiacesse tanto. Vero è che, non giocando da professionista, non mi accorgo di eventuali rallentamenti, o micro lag e, quindi, mi faccio tranquillamente andar bene anche notebook meno performanti in ottica gaming. Tuttavia, in effetti, il limite dei 60 Hz era effettivamente consistente: sotto questo punto di vista, la lacuna sembrerebbe esser stata colmata, con anche un miglior supporto in termini di elaborazioni logiche, offerto dagli ultimi ritrovati di Intel e Nvidia.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

02 agosto 2019 - 18:12:28

Un tantinello grande il touchpad eh...

0
Rispondi