Iscriviti

Vaio riporta in Europa i propri eleganti notebook, con il clamshell Vaio SX14 ed il convertibile Vaio A12

Vaio, un tempo divisione informatica di Sony, dopo anni di "confinamento" nel solo mercato interno nipponico, torna ad abbracciare l'Europa, con la distribuzione (via Trekstor) di due suoi portatili, tra cui il clamshell Vaio SX14, ed il 2-in1 Vaio A12.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 aprile 2019, alle ore 16:29

Mi piace
9
0
Vaio riporta in Europa i propri eleganti notebook, con il clamshell Vaio SX14 ed il convertibile Vaio A12

Vaio Corporation, ex divisione informatica di Sony, ora in mano (per il 95%) al fondo d’investimenti Japan Industrial Partners, dopo un periodo in cui ha concentrato la distribuzione dei propri prodotti all’interno del mercato nipponico, è tornata a riabbracciare quello europeo, a partire da Regno Unito, Svezia, Danimarca, Germania, e Svizzera, grazie al distributore Trekstor, al quale sarà affidato il compito di proporre i portatili Vaio SX14 e Vaio A12.

Vaio SX14 (evoluzione di un modello visto al Computex 2018), con 4G opzionale via modulo dedicato, è un sottile (17.9 mm) e leggero (999 grammi) portatile di tipo clamshell, realizzato in fibra di carbonio con – però – la capacità, nell’aprirsi, di sollevare la tastiera per una più comoda digitazione, ed una migliore dissipazione del calore, generato dal comparto logico, allestito secondo due configurazioni, sempre impreziosite dalla tecnologia Vaio TruePerformance (per sostenere prestazioni elevate più a lungo) e da un lettore d’impronte digitali.

La prima, “basica” (prezzata a 1.999 euro nel mercato tedesco), propone processori Intel I5-8265U con 8 GB di RAM e 256 GB di storage SSD, mentre la seconda si avvale di processori I78565U con 16 GB di RAM (LPDDR3) e 512 GB di storage sempre a stato solido.

In ambedue i casi, l’autonomia viene stimata in 8.5 ore. Lateralmente sono presenti diverse porte, tra cui una VGA per uno schermo secondario, una Ethernet Lan per la rete internet cablata (alternativa al Wi-Fi ac), e ben 4 porte USB, di cui una Type-C (utile anche per caricare il notebook, grazie al Power Delivery, o per collegare un ulteriore monitor, in virtù del DisplayPort), mentre il display IPS – da 14 pollici, ben ottimizzato nelle cornici – mostra l’ingombro di un 13 pollici e può essere preferito nella risoluzione FullHD (antiriflesso) o 4K

Diversa è la tipologia del secondo portatile scelto da Vaio per l’Europa, in veste di Vaio A12 (1.115 grammi), con autonomia dichiarata in 7.5 ore. In questo caso, si tratta di un convertibile 2-in-1 con pennino capacitivo Vaio Digitizer (4.096 livelli di pressione) e display da 12.5 pollici detachable (staccabile) FullHD ad aggancio magnetico sulla base, ai cui lati sono posizionate connessioni come il lettore di schede SD, una VGA, tre porte USB Type-C, una Ethernet LAN, ed una Type-C.

La scheda tecnica del terminale segue, a livello di specifiche, quella già vista per il fratello tradizionale, con la previsione di una configurazione base, con i5-8200Y+8+256 GB (qui prezzata a 2.299 euro), ed una top, con Intel i7-8500Y+16+512 GB (a 2.799 euro).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Che magnifica notizia! Ricordo che anni fa ammiravo molto la costruzione dei portatili Sony Vaio ma, quando venne il momento di cambiare il mio vecchio Compaq Presario, Sony si era liberata della sua divisione informatica (azionariamente ancora in suo possesso per il 5%), relegata ad un futuro prossimo solo asiatico. Ora, invece, i portatili citati in sede di articolo potranno essere acquistati anche in Italia, visto che quelli previsti per la Svizzera supporteranno (anche) la lingua italiana (seppur con piccole differenze nella tastiera).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!