Iscriviti

Un esperimento lungo 500 anni: il più lungo della storia

Alcuni ricercatori hanno dato inizio allo studio più lungo della storia. Durerà 500 anni e la sfida sarà trovare dei successori che non facciano fermare le ricerche.

Hi-Tech
Pubblicato il 30 gennaio 2019, alle ore 00:42

Mi piace
4
0
Un esperimento lungo 500 anni: il più lungo della storia

Di solito, le ricerche (qui alcune relative a tecnologie indossabili) e gli studi durano non più di qualche decina di anni, e in alcuni casi anche solo alcuni mesi. Ma, stando a quanto detto da alcuni scienziati, dopo 5 anni, si ritrovano solo all’1% di completamento della ricerca, e ciò significa che il tempo totale dello studio sarà di 500 anni.

Si tratta di ricercatori scozzesi, tedeschi e americani che daranno vita allo studio più lungo di tutta la storia dell’umanità. Riguarda la microbiologia, è iniziato nel 2014, e si protrarrà fino al 2514. Oggi, su alcune riviste, sono stati pubblicati i primi risultati di questa lunghissima ricerca.

La ricerca lunga 500 anni

L’obiettivo da raggiungere è apparentemente molto semplice. Gli studiosi vorrebbero capire qual è il tasso di perdita di vitalità dei microbi quando sono dormienti. O meglio, quanto tempo vivono i batteri se vivono in isolamento. I ricercatori hanno iniziato sigillando in 800 fiale le spore del Bacillus subtilis, un noto batterio che sopravvive anche in condizioni estreme.

Da quel momento, nel 2014, è iniziata la lunghissima attesa. I primi 24 anni saranno importanti per gli scienziati che apriranno a cadenza periodica le fiale per vedere lo stato di avanzamento della sopravvivenza dei batteri. Ad oggi, dopo 5 anni, i batteri sono ancora in perfetta salute

Dopo due anni di conservazione non ci sono state perdite significative nella vitalità delle spore”, spiegano gli autori dello studio ma, come sembra già chiaro dai tempi necessari, è fin troppo presto dare dei giudizi su ciò che sta accadendo. “Anche se ora non abbiamo osservato differenze significative nella loro sopravvivenza, alcune piccole differenze potrebbero portare a grandi cambiamenti nel lunghissimo corso dello studio”.

La parte difficile di questa ricerca è avere la certezza che qualcuno continui a controllare le fiale in futuro. Infatti, aprire le fiale non è un compito particolarmente difficile, ma per portare una ricerca avanti per 500 anni, servono almeno 5 generazioni di ricercatori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Una ricerca molto strana, ma mi incuriosisce molto. La vera sfida, come già detto, è tentare di portare avanti la ricerca anche dopo che i primi ricercatori sono morti, o sono andati in pensione, e ciò dovrà succedere in altre 4 o 5 generazioni, se si considera una vita di 100 anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!