Iscriviti

Ufficiale la neckband low cost Vivo Wireless Sport Lite

Il mondo degli earable low cost, solitamente dominato da brand come Redmi e Xiaomi, si è esteso nuovamente a Vivo che, nelle scorse ore, ha presentato in India la nuova neckband Vivo Wireless Sport Lite.

Hi-Tech
Pubblicato il 15 dicembre 2021, alle ore 17:12

Mi piace
1
0
Ufficiale la neckband low cost Vivo Wireless Sport Lite

Memore del grande successo ottenuto con gli auricolari senza fili TWS Neo, varati però più di un anno fa, Vivo ha deciso di ampliare il suo listino di prodotti tws con un nuovo dispositivo wearable dedicato alla fruizione audio individuale, rappresentato dalla neckband Vivo Wireless Sport Lite, appena presentata in India, nelle colorazioni blu e nero, e già disponibile all’acquisto localmente, al prezzo di 1.999 rupie (circa 23 euro) presso lo store ufficiale e quelli partner. 

Vivo Wireless Sport Lite è sia leggera, con un peso di 23.9 grammi, che pratica, con agganci magnetici alle due unità quando non in uso, e impermeabile, contro schizzi di pioggia e sudore (secondo lo standard IPX4): capace di connettersi rapidamente (Fast Pairing) ai device Android, di passare celermente da un device all’altro (tenendo premuti in contemporanea gli estremi del bilanciere del volume sul collare), e di supportare i comandi vocali verso Assistant di Google, la neckband di Vivo dispone di due unità con anellini per un miglior ancoraggio nel padiglione auricolare e di gommini siliconici per una più comoda calzata durante le lunghe sessioni d’uso.

Queste ultime possono coinvolgere anche i contesti di gaming: il chip per il Bluetooth 5.0, che supporta la connessione alla sorgente sino a 10 metri e gestisce il solo codec AAC (escludendo, purtroppo, l’aptX e l’SBC), beneficia di una modalità a bassa latenza, che riduce il lag sino a 80 millisecondi

A contribuire alla qualità dell’ascolto, nella neckband Vivo Wireless Sport Lite, concorre la presenza di driver da 11.2 mm coadiuvati da una bobina che, realizzata in bronzo, dal rivestimento in alluminio (by Daikoku Japan) trae la caratteristica del poter riprodurre al meglio anche le frequenze alte, solitamente sacrificate in un prodotto entry level come quello in oggetto. Manca la cancellazione attiva del rumore, ma gli interlocutori potranno esser certi di captare la voce degli utenti in modo chiaro, grazie alla tecnologia di riduzione del rumore in favore delle chiamate

In tema di autonomia, infine, il costruttore menziona una batteria agli ioni di litio da 129 mAh, che (caricata via microUSB Type-C) assicura 18 ore di riproduzione audio, con possibilità di aggiungerne altre 5 dopo appena 10 minuti di ricarica. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Personalmente adoro il formato neckband, perché conferisce una certa libertà senza il problema del perdere gli auricolari o del sapere dove riporli: anche l'autonomia, in genere è buona ed i controlli evitano le complicazioni del dover memorizzare il senso dei contatti touch. Nel caso del modello varato da Vivo tutti questi pregi ci sono tutti e, a quanto pare, non dovrebbe essere male nemmeno la qualità audio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!