Iscriviti

Station P1: ufficiale il miniPC "open" per Linux, Android, o Station OS

Gli amanti dei computer salva-spazio possono contare, da oggi, su un nuovo protagonista, rappresentato dallo Station P1, un "geek mini PC" per gamers, ufficio, produttività, sviluppatori: eccone le specifiche out-of-the-box.

Hi-Tech
Pubblicato il 8 giugno 2020, alle ore 08:51

Mi piace
7
0
Station P1: ufficiale il miniPC "open" per Linux, Android, o Station OS

Dopo essersi cimentata con un computer single-board in stile Raspberry, la cinese Firefly torna ad occuparsi di miniPC con lo Station P1 Geek Mini PC, questa volta protetto da un vero e proprio chassis in lega di alluminio, ma sempre in grado di stare comodamente sul palmo di una mano.

Controllabile anche via telecomando a infrarossi, nell’eventualità che lo si impieghi come media-center, lo Station P1 Geek Mini PC può essere usato anche con due monitor 4K@60Hz, essendo provvisto di una HDMI 2.0a e di una USB Type-C multimode con Display Port 1.2: il perimetro ospita numerose altre porte, tra cui una Gigabit Ethernet, un jack da 3.5 mm, due USB Type-A (di cui una 2.0 ed una 3.0). In tema di connettività, risulta presente una schedina di rete, con antenna esterna, per il Bluetooth 4.2 (es. per un controller, quando impiegato come PC per il gaming con Steam) ed il Wi-Fi ac

Sotto il cofano, è presente il processore esacore (1.8 GHz, sui due core principali) Rockchip RK3399 che, già a bordo di svariati Chromebook (es. Acer Chromebook Tab 10), come pure del rivale Pinebook Pro (evoluzione del modello datato 2016), è un SoC ARM.

In quanto tale, è possibile adoperare i sistemi operativi Ubuntu (Linux comunque), Android, o Station OS (“Geek Entertainment System”, un fork di Phoenix OS con un ambiente di lavoro desktop e uno per i media-center). Presente la scheda grafica Mali-T860 MP4, a quattro core, la RAM (LPDDR4) e lo storage (eMMC 5.1, espandibile via microSD) danno vita alle configurazioni da 4+32 e 4+128 GB. 

Attualmente, lo Station P1 Geek Mini PC è in vendita sullo store ufficiale del brand, al prezzo di 129 dollari (circa 114 euro) per l’assetto mnemonico da 4+32 GB, mentre quello da 4+128 GB arriva a costare 50 dollari in più, ovvero 179 dollari (pressappoco 158 euro). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Station P1, ultima perla hardware di Firefly, è il classico miniPC open source, con Linux, Android, o un fork di uno dei due precedenti sistemi operativi: può essere usato per lavoro o l'intrattenimento, come pure per una modesta produttività casalinga. Si nasconde facilmente nel salotto o dietro un monitor. Essendo alquanto tascabile, può essere portato agilmente dall'ufficio a casa, e viceversa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!