Iscriviti

Sennheiser GSP 670: ecco le cuffie senza fili, a bassa latenza, per i gamers

A distanza di un paio di mesi circa dal varo dell'ultimo prodotto top per audiofili, la teutonica Sennheiser torna a far parlare di sé, attraverso un paio di cuffie, evoluzione di un modello di un anno fa, destinate ai gamers particolarmente esigenti.

Hi-Tech
Pubblicato il 15 novembre 2019, alle ore 10:18

Mi piace
7
0
Sennheiser GSP 670: ecco le cuffie senza fili, a bassa latenza, per i gamers

Dopo la comparsata a IFA 2019Sennheiser, il produttore tedesco di cuffie, microfoni, ed accessori audio di qualità, torna a dedicarsi ai gamers ai quali, dopo il cablato GSP 600, dedica un nuovo modello di cuffie, questa volta senza fili, rappresentato dal successivo GSP 670.

Le cuffie Sennheiser GSP 670 sono di tipo sovraurale ma, ciò nonostante, non isolano del tutto dall’ambiente circostante per un aspetto in particolare: potendo essere collegate a due fonti in contemporanea, riescono a switchare sul telefono nel caso arrivi una chiamata, abbandonando temporaneamente l’audio del computer.

All’esterno integrano due rotelline ad hoc, per regolare distintamente l’audio del gaming e della chat mentre, all’interno, vantano driver in grado di coprire le frequenze da 10 a 23 mila Hz. Il microfono, invece, dispone di una tecnologia di cancellazione del rumore (noise cancelling) e, in più, beneficia di una disattivazione smart, visto che per essere spento va semplicemente sollevata verso l’alto la relativa asticella. L’audio può essere personalizzato tramite il software Windows Gaming Suite che, già apportatore di un pratico equalizzatore, permette di scegliere la tipologia di surround preferita, e di spaziare anche tra le opzioni per il microfono.

La connessione con la fonte audio avviene via Bluetooth ma, per ridurre il ritardo nella trasmissione del segnale sonoro, ci si può avvalere di una connessione a bassa latenza, ottenibile semplicemente collegando il dongle USB proprietario (GSA 70), inclusivo di brevettati algoritmi, incluso nella confezione di vendita.  Ciò, ovviamente, va ad impattare sull’autonomia delle cuffie wireless Sennheiser GSP 670 che, dalle 20 ore ottenibili ricorrendo al comune Bluetooth, cala di 4 ore, a 16, ricorrendo alla tecnologia proprietaria di riduzione della latenza: in ogni caso, mediante un cavetto USB/microUSB, in appena 7 minuti di rabbocco energetico, si ottengono 2 ore extra d’suo. 

Compatibili con i device Bluetooth in generale, con i computer, ma anche con alcune consolle (tipo PS4 e Xbox One), le cuffie senza fili per gamers Sennheiser GSP 670 sono attualmente prezzate all’importante cifra di 349 euro

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Le presenti cuffie da gaming di Sennheiser affrontano una sfida importante, dacché spesso si evita le cuffie senza fili in fase di e-sport proprio per il problema della latenza: la soluzione di una tecnologia proprietaria per sprintare la transizione del segnale audio sotto Bluetooth, però, sembra aver risolto l'inconveniente, senza neanche andare troppo a detrimento dell'autonomia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!