Iscriviti

Philips vara nuovi display 4K Momentum sino a 144 Hz per gamers (e non solo)

Avere un PC molto recente, o la consolle all'ultimo grido, può valer poco nel caso non si accompagni l'uno e/o l'altro con un monitor adeguato: cogliendo l'attivo, e le esigenze del momento, Philips varato due nuovi display Momentum, designed for Xbox.

Hi-Tech
Pubblicato il 26 ottobre 2021, alle ore 00:58

Mi piace
1
0
Philips vara nuovi display 4K Momentum sino a 144 Hz per gamers (e non solo)

Al prezzo (letteralmente) di una piccola rinuncia (la soundbar curata da Bowers & Wilkins), nella linea di display Philips Momentum “designed for Xbox”, dopo il modello da 55 pollici, da salotto, arrivano due iterazioni più da scrivania, per gamers e professionisti attenti al colore, rappresentati dai più compatti Philips Momentum 279M1RV (27”) e 329M1RV (31.5″).

Ambedue i monitor Philips Momentum, premiati per materiali e design col riconoscimento Red Dot 2020, rispettivamente prezzati (da Novembre) a 999 e 1.099 euro, godono della retroilluminazione, via LED RGB, Ambiglow, simile alla Ambilight delle TV dello stesso marchio, che riproduce sulla parete retrostante i colori della dominante nell’immagine riprodotta, anche nel caso dei contenuti frenetici di un filmato sportivo o di un videogioco.

Sempre in tema di elementi comuni, v’è da annotare l’impianto audio, con due speaker da 5w cadauno predisposti per il surround virtuale via DTS: in tema di porte, sia sul Momentum 279M1RV che sul 329M1RV, è possibile trovare il jack da 3.5 mm, quattro USB 3.2 in downstream, una USB-B per l’upstram, una USB Type-C per caricare ad esempio un portatile a 65W o come Display port secondaria, visto che di DP ce n’è già una, di tipo 1.4, implementata in compagnia di tre HDMI 2.1 che, di base, permettono il 4K a 144 Hz sui computer compatibili, e il 4K a 120 Hz sulle consolle Xbox X

Nel caso del display Momentum 279M1RV, stigmatizzato da impressionanti valori di contrasto (1000:1) e luminosità (450cd/m²), come da certificazione DisplayHDR600, è adottato un pannello IPS Nano, in ragione del quale i principali color gamut sono coperti al massimo (Adobe RGB al 110,1%, sRGB al 133%, DCI-P3 al 98%). Sempre tra le specifiche, da apprezzarsi particolarmente in quota gaming, figura un tempo di risposta (GtG) da 1 millisecondo, il supporto del G-Sync di Nvidia (da 60 a 144 Hz) sulla Display Port mentre, su HDMI 2.1, scattano il FRL, Fixed Rate Link, e il VRR, Variable Refresh Rate (VRR).

Nel Momentum 329M1RV, certificato VESA DisplayHDR 400 (500 cd/m² di luminosità), dietro il trattamento anti-riflesso 3H, è adottato un normale IPS con retroilluminazione W-LED e 16:9 di aspect ratio: le specifiche sono simili al modello da 27 pollici, a parte l’assenza di DCI-P3 e le coperture diverse sugli altri color gamut (NTSC al 113%, sRGB al 124%, Adobe RGB al 111%). In compenso, vi è una grande accuratezza cromatica (Delta E <2), è presente il supporto alla sincronizzazione, con l’output della scheda grafica della sorgente, via AMD FreeSync Premium e, su HDMI 2.1, non mancano né VRR né FRL.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ormai sono in molti i brand che stanno presentando display adatti a sfruttare le nuove consolle, anche perché, com'è facile immaginare, nel periodo della pandemia in cui gli sport reali sono stati frenati dal lockdown, in molti hanno virato gli eSport che, da allora, mantengono una popolarità notevolissima, in ragione della quale sempre più utenti vogliono anche nel monitor un modo per acquisire vantaggi competitivi verso gli altri gamers.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!