Iscriviti

Nokia: anche in Italia la gamma di dispositivi medici smart ex Withings

Nokia ha comunicato l'arrivo anche in Italia dei dispositivi medici smart un tempo noti come Withings, ai quali si andranno ad aggiungere anche la bilancia smart "Nokia Body", ed il misuratore di pressione "Nokia BPM+", coadiuvati dalla nuova app "Health Mate".

Hi-Tech
Pubblicato il 20 giugno 2017, alle ore 18:00

Mi piace
12
0
Nokia: anche in Italia la gamma di dispositivi medici smart ex Withings

Nokia, il gigante finlandese della telefonia mobile e delle comunicazioni (una delle prime aziende a sperimentare il 5G), dopo essere ritornata nel mercato degli smartphone, grazie alla collaborazione progettuale con la connazionale HDM Global, e con il produttore cinese Foxconn, ha confermato l’arrivo in diversi mercati, tra i quali quelli italiani, della sua gamma di dispositivi per il benessere digitale

Circa un anno fa, Nokia acquistò – in sordina – l’azienda francese “Withings”, specializzata in dispositivi medici innovativi, che – nel suo listino – comprendeva un po’ di tutto, persino spazzolini smart, e fitness tracker, oggi tanto in voga. Allo scorso MWC 2017 di Barcellona, poi, venne annunciata un cambiamento che avrebbe coinvolto la controllata Withings, senza – però – anticipare molto altro.

Nelle scorse ore, però, il sipario si è alzato su quella che appare come l’ingresso di Nokia anche nel settore dell’healthcare digitale: l’azienda di Espoo, infatti, ha comunicato che l’intero bouquet di prodotti un tempo noti come Withings sarà d’ora in poi commercializzato sotto il brand Nokia e che, a quanto già disponibile, si andranno ad aggiungere due nuovi gadget, la bilancia “Nokia Body” ed il misuratore di pressione “Nokia BPM+”, mentre l’app “Health Mate” è stata rinnovata, tanto nella forma quanto nella sostanza.

Nello specifico, la bilancia “Nokia Body” – oltre ad occuparsi della tracciabilità nutrizionale – permetterà di misurare il peso dell’intera famiglia, grazie al supporto fino ad 8 profili, sincronizzati online tramite la connessione Wi-Fi: eseguita la misurazione grazie al rilevatore di posizione proprietario “Position Control”, potrà mostrare (feature “IMC Insight”) l’indice di massa corporea (IMC), ed il relativo trend, sul mini-display di cui è dotato, oltre a comunicare le informazione in oggetto allo smartphone dell’utente. 

Passando al misuratore di pressione, il “Nokia BPM+” è una fascia elastica compatta in grado di rilevare sia la pressione sistolica che diastolica, senza trascurare il numero di battiti per minuto (frequenza cardiaca): i dati in questione, oltre una certa soglia, possono essere condivisi col medico/cardiologo di fiducia sia per attenzionare la preventiva comparsa di patologie cardiache (es. ipertensione), che per monitorare l’efficacia del trattamento intrapreso. Nokia, a margine dell’annuncio di questo dispositivo medico, ha tenuto a sottolineare come il “Nokia BPM+” disponga tanto della certificazione CE, quanto del placet della Food and Drug Administration (FDA) americana. 

Infine, l’app “Health Mate”: a tal proposito, l’azienda finlandese ha comunicato che sono state introdotte modifiche che, ora, permettono di acquisire informazioni mediche da tutti i dispositivi compatibili, in modo da strutturare migliorati programmi d’allenamento personalizzati, validati da esperti medici, della durata di 8 settimane, in grado di adattarsi sulla base dei progressi riscontrati a proposito dello stato di forma dell’utente monitorato.

I dispositivi medici Nokia saranno acquistabili sin da subito sia online, presso Amazon, ed il sito health.nokia.com, che presso diverse catene d’elettronica (Gruppo SME, Trony, Euronics, R-Store, MedComputer): in futuro, poi, sarà possibile comprarli anche presso gli Apple Store. Per i prezzi, si parla di 59,95 euro per la bilancia “Nokia Body”, e di 129,95 euro per il misura-pressione “Nokia BPM+”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, avevo letto dell'acquisto dell'azienda Withings da parte di Nokia, e mi chiedevo cosa intendessero farne: per un certo periodo, ho pensato che volessero sfruttarne alcuni brevetti all'interno dei nuovi smartphone che, or ora, si intravvedono ufficialmente in distribuzione. Ora, invece, è chiaro che Nokia voleva utilizzare il know how francese nel benessere digitale per fare la sua comparsa in un settore nuovo e di grandi prospettive, come quello dei dispositivi medici smart. Trattandosi di un grande brand, e di prodotti affidabili, non fatichiamo a credere nella bontà dell'operazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!