Iscriviti

Nikon Z5: ufficiale la nuova mirrorless full-frame low cost nipponica

Anticipando di poche ore la rivale Sony, Nikon ha schierato in campo una nuova mirrorless full-frame, la Nikon Z5, degna erede, entry level, dei modelli presentati nell'Agosto di 2 anni fa: eccone le specifiche ed i prezzi per gli USA.

Hi-Tech
Pubblicato il 23 luglio 2020, alle ore 13:20

Mi piace
5
0
Nikon Z5: ufficiale la nuova mirrorless full-frame low cost nipponica

Quella che si appresta a essere di sicuro l’estate più “fotografica” della storia hi-tech, dopo Leica e Canon, ha conosciuto una nuova protagonista nella giapponese Nikon che ha inaugurato il suo giro di boa settimanale con la nuova Z5, una mirrorless full-frame destinata a essere l’apripista per le più impegnative (anche economicamente) Z7 e Z6 varate giusto due anni fa. 

Nikon Z5 (da Agosto nel mercato USA, partendo da 1.399 dollari) ha un corpo realizzato in lega di magnesio, che permette di fermare la bilancia sui 675 grammi totali. Frontalmente, compatibile con gli obiettivi NIKKOR Z e (previo ricorso all’adattatore baionetta FTZ) a quelli F-Mount, è presente un sensore CMOS da 24.3 pollici, abilitato a supportare un ampio range di ISO (da 100 a 51.200), la messa a fuoco tracciando 273 punti, beneficiato dalla stabilizzazione IBIS penta-assiale, presieduto dal processore EXPEED 6.

La parte alta perde a destra il display secondario, sostituito dalla rotellina per i programmi, prima posta a sinistra: dietro, la porzione superiore vede campeggiare il mirino elettronico (OLED) da 0.5”, risoluto in Quad VGA (quindi con 3.69 mln di punti) mentre, poco sotto, per le anteprime ed altro, è presente il display principale, un LCD TFT da 170° di angolo visuale, diagonalizzato a 3.15 pollici. 

Qualche compromesso, rispetto alla Z6 da cui mutua davvero molto, è notabile nelle foto, e nei video. Le prime possono essere scattate con raffiche da 4.5 frame per secondo mentre, per i video (codificati in H.264 MPEG-4 e stoccati su due slot per SD), solo quelli in FullHD arrivano anche a 60fps, con quelli in 4K possibili massimamente a 30fps, per giunta col crop a 1.7x che penalizza gli amanti dei paesaggi (stante il fatto che non si utilizza l’intera superficie del sensore). 

Oltre al menzionato processore, ed al modulo per il Wi-Fi n ed il Bluetooth 4.2, la Nikon Z5 monta una nuova batteria (bastevole per 390 o 470 scatti), la EN-EL15c, caricabile via USB Type-C con Power Delivery, impiegabile anche per l’alimentazione (persino da power bank idonei), con la conseguenza che, nel mentre la fotocamera è alimentata, è possibile continuare le riprese (magari di un lungo time-lapse, o usando la fotocamera come webcam per un PC). Non mancano, infine, altre porte, come l’ingresso da 3.5 mm per un eventuale microfono esterno, ed un’uscita per un paio di cuffie cablate

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I compromessi, come visto, non mancano, benché - credo - per una persona abituata a scattare foto con lo smartphone, la Z5 sia "tanta roba": in tal senso, la neo arrivata ricopre egregiamente il ruolo di entry level Nikon per la serie Z e, di certo, rappresenta una delle novità fotografiche più apprezzabili di questo periodo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!