Iscriviti

MSI: rinnovata l’intera offerta di notebook, all’insegna delle ultime novità di Intel e Nvidia

Di solito, dopo gli annunci dei chipmaker, seguono a stretto giro quelli dei produttori di hardware informatico, computer e notebook: anche MSI, infatti, ha ufficializzato un corposo rinnovamento della propria offerta di notebook, dopo le novità Intel e Nvidia.

Hi-Tech
Pubblicato il 7 maggio 2019, alle ore 11:42

Mi piace
8
0
MSI: rinnovata l’intera offerta di notebook, all’insegna delle ultime novità di Intel e Nvidia

In un periodo in cui i chipmaker annunciano le rispettive ultime creazioni, come fatto da Intel ed AMD, anche i produttori di computer e portatili seguono a ruota, aggiornamento i propri listini con una maggiore potenza computazione, ed un’accresciuta efficienza energetica: dopo Asus, Lenovo, ed Acer, questa volta tocca alla taiwanese Micro Star International, MSI, proporre una corposa lista di upgrade.

I primi notebook a subire un pompaggio prestazionale sono i due esemplari dedicati ai creativi, in particolar modo attivi nel settore della grafica, della post-produzione multimediale, e della progettazione: gli MSI Creator P65 e P75 non possono certo dirsi dei pesi piuma (rispettivamente 1.9 e 2.2 kg) ma, in compenso, vantano tanta autonomia (vista la batteria da 82 Wh), storage molto veloce (sia per lo slot dedicato all’unità SSD M.2 SATA, che per i due destinati agli SSD M.2 PCIe). I display, IPS, oscillano dalla risoluzione base FullHD (unica opzione disponibile per il 17”) al 4K, ma sempre con un ampio spazio cromatico (del 100% sulla scala sRGB), e con supporto offerto dalle schede grafiche Nvidia, rese disponibili fino al modello RTX 2070 con architettura Max-Q: i processori, invece, possono essere preferiti sino ai top Intel Core i9 serie H

Lo stesso livello di processori arriva in dotazione anche ai desktop replacement MSI GT75 (4.56 kg) e GT63 Titan (2.94 kg) che, in più, mettono in campo la potente scheda grafica GeForce RTX 2080, con tanto di 8 GB di memoria dedicata, a disposizione dei display IPS, da 15.6 e 17.3 pollici, preferibili in versione “solo” FullHD, ma con 144 Hz di refresh rate, o 4K. Il primo modello, equipaggiato con ben 5 slot per gli SSD M.2, dispone di una tastiera meccanica SteelSeries, con retroilluminazione RGB, presente anche nel modello più piccolo, però dotato di una keyboard SteelSeries a membrana, sotto la quale si cela un solo slot per gli SSD M.2. 

Decisamente, il peso non è un problema dei modelli MSI GF75 (17.3”) e GF63 (15.6”) Thin, considerato il telaio in alluminio spazzolato, al cui interno i processori Intel di nona generazione (massimo i7) e la GPU scelta con 4 GB di memoria dedicata (una Nvidia GTX 1650) vanno a supporto dei display FullHD con angoli di lettura IPS e tastiera di rosso retroilluminata

Un gradino sotto sono collocati gli MSI GS75 E GS65 Stealth, con tastiera SteelSeries a membrana, provvista di retroilluminazione RGB: la potenza elaborativa, viste le scelte similari, è immutata, ma cala la risoluzione dei display IPS, qui solo FullHD, comunque bilanciata da un refresh rate da record (144 o 240 Hz). 

Puntando al risparmio, ma senza lesinare in prestazioni, il produttore asiatico ha previsto l’MSI GP75 Leopard, animato sempre da processori di 9° generazione, entro il range degli Intel Core i7: in questo modello, il mastodontico display da 17.3 pollici, si rivela piuttosto fluido (144 Hz), anche in considerazione del contributo offerto dalla GPU Nvidia (settabile sino alla RTX 2060). 

Complice la presenza di tastiere non SteelSeries, con retroilluminazione rossa o con opzione RGB, chiudono la rassegna dei nuovi MSI, per la particolare convenienza degli stessi, gli MSI GL73 E GL63, con monitor FullHD sia di grande polliciaggio (17.3”) che più compatto (15.6”), sebbene con alto refresh rate (120 Hz). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Giustamente, MSI ha aggiornato il suo intero bouquet di notebook, senza trascurare alcuna fascia di prezzo o, meglio ancora, di utenza: sia i Creators gli amanti degli eSport troveranno pane per i propri denti, e lo stesso dicasi per chi ama una produttività base, o semplicemente preferisce con ostinazione un portatile anche laddove i compiti richiederebbero un desktop. Ora, tutto ciò è possibile, a maggior ragione, con i processori Intel di 9° generazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!