Iscriviti

Mobvoi TicWatch Pro 4G: lo smartwatch elegante e intelligente guadagna la connettività 4G

Mobvoi, azienda cinese focalizzata sull'intelligenza artificiale, annuncia una nuova incursione nel mondo wearable, in virtù dell'imminente smartwatch TicWatch Pro 4G che, rispetto al modello precedente, si avvale della connettività LTE ottenuta via eSIM.

Hi-Tech
Pubblicato il 29 novembre 2018, alle ore 10:58

Mi piace
8
0
Mobvoi TicWatch Pro 4G: lo smartwatch elegante e intelligente guadagna la connettività 4G

Mobvoi è un’azienda cinese che, nel corso della sua giovane storia (fondata nel 2012), ha già raccolto investimenti da parte di grossi nomi (es. Google e Sequoia Capital) per le sue ricerche sull’intelligenza artificiale (portate avanti grazie ad ex dipendenti Nokia, Yahoo, Tencent, Baidu). Attiva da qualche tempo anche nell’elettronica, ha presentato in Cina un nuovo modello di orologio ibrido Ticwatch Pro, questa volta con connettività mobile integrata.

Il nuovo TicWatch Pro 4G mantiene inalterata l’estetica del predecessore, con una cassa (45 x 12.6 mm, per 58.5 grammi) IP68 (impermeabile per mezz’ora a 1.5 metri di profondità), ghiera in acciaio inossidabile, e cinturino con parte esterna in pelle e interno – a contatto con la pelle – in silicone (onde proteggere il materiale pregiato dal sudore, e consentire una miglior traspirazione e comfort al polso).

Il display è sempre un pannello circolare AMOLED da 1.39 pollici, a colori e con risoluzione pari a 400 x 400 pixel che, grazie a un sistema doppio strato (“Layered Display”), monta in trasparenza e sovrapposto un mini LCD FSTN monocromatico ben leggibile all’aperto.

In tal modo, quando la “Smart Mode”, arricchita delle funzionalità complete di Wear OS, viene disabilitata, entra in funzione la “Essential Mode” che, visualizzando solo i dati di pedometro e cardiofrequenzimetro (le sincronizzazioni col telefono Android e iOS vengono rimandate), ottiene un aumento dell’autonomia (fino a un mese), affidata alla batteria da 415 mAh

Le restanti specifiche tecniche contemplano il GPS, il chip NFC per i pagamenti contactless (per metro e bus, UnionPay e, presto, VISA), il nuovo modulo 4G/LTE (facendo ricorso a una eSIM per ora solo di China Mobile e China Unicom ) per una maggior indipendenza operativa dallo smartphone associato, il processore quad-core (1.2 GHz) Qualcomm Snapdragon 2100, 4 GB di storage, ma appena 512 MB di memoria RAM, sufficiente a far girare le app customizzate del summenzionato firmware. Il prezzo, per il TicWatch Pro 4G (disponibile in commercio dal 1° Dicembre), è di pressappoco 229 euro, pari – cambio alla mano – a 1.799 yuan. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il meccanismo di funzionamento del TicWatch Pro 4G di Mobvoi è sempre il medesimo, ottimamente concepito: due display sovrapposti, con la possibilità di passare dall'uno all'altro a seconda delle funzionalità che si intende usare. L'autonomia, ovviamente, sarà maggiore nel caso di opti per la "Essential Mode" che, in buona sostanza, lo trasforma in una smartband con display monocromatico: l'arrivo del 4G, tuttavia, impatterà non poco sull'autonomia della "Smart Mode", cui si potrà fare ricorso non a lungo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!