Iscriviti

Mobvoi TicWatch Pro 2020: smartwatch rinnovato con più memoria e resistenza

Lontana dalle fanfare di un evento ad hoc, trattandosi più che altro di un upgrade, il produttore cinese Mobvoi ha ampliato il proprio listino di wearable che, ora, per la fascia alta, annovera un nuovo modello, rappresentato dal Mobvoi TicWatch Pro 2020.

Hi-Tech
Pubblicato il 20 febbraio 2020, alle ore 17:22

Mi piace
9
0
Mobvoi TicWatch Pro 2020: smartwatch rinnovato con più memoria e resistenza

Anche se valido, col passare del tempo, un prodotto hi-tech può andare incontro all’obsolescenza e, quindi, non assicurare più le stesse performance vantate in origine: la pechinese Mobvoi Information Technology, leader in comandi vocali e intelligenza artificiale, ne è consapevole e, operando nuovamente sul terreno degli smartwatch, ha deciso di aggiornare il già riuscitissimo Mobvoi TicWatch Pro del 2018 che, ora, in edizione TicWatch Pro 2020, migliora sotto diversi aspetti.

L’orologio smart in questione ora è in grado di essere utilizzato in più contesti, anche estremi: la già presente certificazione IP68, contro acqua e polvere, rimane ma è affiancata dal superamento dei test MLT-STD-810 che, di conseguenza, ne validano l’uso anche in ambienti molto umidi, con forti sbalzi di pressione o temperatura, contro urti e cadute, etc. Sempre in ottica resistenziale, va ricordato come il wearable asiatico, sopra il display AMOLED da 1.39 pollici, risoluto in 400 x 400 pixel, collochi un vetro protettivo Gorilla Glass 3.

Diventato in pratica uno smartwatch rugged per l’outdoor, stante anche la permanenza del GPS, il Mobvoi TicWatch Pro 2020 passa a migliorare un suo “vecchio” tallone d’Achille, ovvero la fluidità operativa.

L’ormai (troppo) rodato processore Qualcomm Snapdragon 2100, rimasto in servizio nel device, può contare su un quantitativo di RAM praticamente raddoppiato che, in luogo dei precedenti 512 MB, mette al servizio di Wear OS, ospitato su uno storage locale da 4 GB, ben 1 GB, sì da poter vantare una maggior scorrevolezza operativa e, nel contempo, anche una miglior reazione agli input.

All’interno dello chassis, oltre al modem Bluetooth per ricevere le notifiche dallo smartphone, sincronizzare i dati, gestirne le chiamate (su Android) o la fotocamera, il costruttore ha preservato il modulo NFC per i pagamenti contactless, da attuarsi con Google Pay. Stesso discorso per la batteria, mantenuta nella capienza da 415 mAh, con la quale assicura – nell’ambito della modalità di risparmio energetico – anche un mese di funzionamento.

Attualmente, il rinnovato smartwatch Mobvoi TicWatch Pro 2020 è disponibile all’acquisto recandosi sullo store ufficiale del brand, ove – nella livrea Shadow Black – è prezzato a 254.99 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, va detto che 512 MB di RAM erano praticamente una miseria, ancorché siano ancora in molti i produttori di smartwatch che adottano questo taglio di memoria volatile: 1 GB, invece, assicura la fluidità di cui Wear OS necessita. Tuttavia, alcune cose si sarebbero anche potute migliorare, senza limitarsi alla maggior resistenza strutturale: un po' di batteria in più avrebbe aiutato il sistema operativo Googleiano (non il massimo quanto a gestione energetica) e - forse - passare allo Snapdragon 3100 avrebbe fornito un ulteriore boost alla scheda tecnica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!