Iscriviti

Mi Notebook Pro 15.6 Enhanced Edition: ancora più potente, con gli ultimi processori Intel

Adeguandosi ai vari brand che, ultimamente stanno abbracciando la decima generazione dei processori Intel, anche Xiaomi ha fatto lo stesso, annunciando - su Weibo - la Enhanced version del suo portatile top gamma Mi Notebook Pro.

Hi-Tech
Pubblicato il 21 ottobre 2019, alle ore 17:05

Mi piace
8
0
Mi Notebook Pro 15.6 Enhanced Edition: ancora più potente, con gli ultimi processori Intel

Dopo aver attenzionato la fascia bassa del mercato con i portatili Redmi a base AMD Ryzen, Xiaomi è tornata a dedicarsi ai portatili di fascia alta, con un aggiornamento del proprio notebook di punta, sfoderato nel 2018 con processori Intel di 8° generazione: il risultato si è sostanziato nel nuovo Mi Notebook Pro 15.6 Enhanced Edition (o Xiaomi Mi Notebook Pro Plus) esteticamente immutato, ma decisamente rinnovato nel profondo.

Xiaomi Mi Notebook Pro Enhanced Edition si presenta, dietro un vetro Gorilla Glass, sempre con un display FullHD da 15.6 pollici piuttosto luminoso (300 nits massimi) e ben leggibile ai lati (IPS, 178°) che – però – migliora nella resa dei colori, con una copertura estesa (al 100%) sulla scala sRGB. Di fronte a quest’ultimo, spicca una tastiera full size retroilluminata con, ai lati, un jack da 3.5 mm, una porta per l’Ethernet LAN, un ingresso HDMI, un lettore di schede SD, e tre porte USB (di cui due 3.0).

Lo chassis, spesso 16.9 mm e pesante sui 2 kg, ora ospita – assistiti da una GPU Nvidia GeForce MX250 (con 2 GB di memoria dedicata) – processori Intel di 10° generazione: nello specifico, i più esigenti potranno contare sull’i7-10510U, un quadcore con frequenza massima a 4.9 GHz, mentre per la maggior parte delle mansioni risulterà più che adeguato l’i5-10210U con 4.2 GHz massimi.

Anche le memorie del nuovo Xiaomi Mi Notebook Pro Enhanced Edition risultano migliorate, con la RAM (DDR4 dual channel da 2.666 MHz) settata in tagli da 8 o 16 GB, e lo storage a stato solido, PCIe, sempre in due tagli, ovvero da 512 GB o 1 TB. Il tutto potrà beneficiare, in condizioni di stress elevato, di un perfezionato sistema di dissipazione termico che, confermate le due ventole ai lati, porta a due anche gli heatpipes (tubi di calore): rimane immutato, rispetto al passato, il comparto autonomia, con una batteria da 60 Wh a carica ultrarapida (in poco più di mezzora, riguadagna il 50% della capienza energetica).

Naturalmente con Windows 10 a bordo, il nuovo Xiaomi Mi Notebook Pro conferma la sua particolare intesa con gli smartphone della casa madre, sia per uno scambio file senza cavi, che nell’ambito di un sistema di sblocco intelligente. In termini distributivi, la vendita del nuovo notebook Xiaomi partirà dal 1° Novembre, tramite tre configurazioni: quella base e l’intermedia comprenderanno processori i5 e 8 GB di RAM, differenziandosi per il quantitativo di storage (512 GB vs 1TB), mentre quella top – di cui è noto il prezzo (circa 886 euro, o 6.999 yuan) – sarà inclusiva di processori i7, con 16 GB di RAM e 1 TB di archiviazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Dopo Redmi (che pure ha abbracciato gli ultimi processori Intel, prima di optare per le varianti Ryzen), anche la casa madre Xiaomi ha fatto lo stesso, con una enhanced version del suo Mi Notebook Pro che, estetica a parte, migliora davvero tanto, e in modo bilanciato, senza rinunciare però ai prezzi di esordio sul mercato, ancora particolarmente aggressivi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!