Iscriviti

Marshall presenta i nuovi auricolari senza fili Motif ANC e Minor III

A meno di un anno dall'ultimo avvistamento, gli audiofili inglesi del marchio Marshall tornano a far parlare di sé con due nuovi modelli di auricolari true wireless, affidati al Bluetooth 5.2, in veste di Motif ANC e Minor III.

Hi-Tech
Pubblicato il 16 settembre 2021, alle ore 02:35

Mi piace
3
0
Marshall presenta i nuovi auricolari senza fili Motif ANC e Minor III

Dopo aver esordito nel ramo degli auricolari senza fili nel Marzo 2021, i britannici di Marshall Amplification si sono impegnati nell’ampliare il proprio listino di prodotti similari, cioè true wireless che, dalle scorse ore, comprende anche i nuovi modelli Marshall Motif ANC (199 euro) e Minor III (129 euro).

Marshall Motif ANC (4,25 grammi a unità), impermeabili secondo lo standard IPX5, sono auricolari in-ear con gommini di varie misure per un buon isolamento passivo, a cui va ad aggiungersi la cancellazione attiva del rumore, ANC, ottenuta mediante due microfoni su ciascun auricolare, usati anche per assicurare telefonate nitide. L’esterno ospita lungo le stanghette i comandi vocali per gestire la ANC (secondo vari livelli, trasparenza compresa), rispondere alle chiamate, stoppare o riavviare la musica.

All’interno trovano posto driver dinamici da 6 mm con 20Hz – 20kHz di risposta in frequenza, 16 ohm di impedenza, 106 decibel a 1 mW di sensibilità massima, la cui firma sonora può essere personalizzata dall’utente mediante l’equalizzatore nella companion app.

La connessione con la sorgente avviene mediante il Bluetooth 5.2: sul versante dell’autonomia, i Marshall Motif ANC, caricati totalmente in 3 ore (con il fast charge che in 15 min ripristina 1 ora), dichiarano 4.5 ore di operatività, ad ANC accesa, che salgono a 20 in totale via custodia, impermeabile IPX4, in simil pelle come negli amplificatori del brand, caricabile sia in wireless Qi (mediante una basetta non inclusa) che tramite Type-C (in questo caso in 3 ore). 

Gli auricolari Minor III, impermeabili secondo il livello IPX4, hanno una forma in stile AirPods Pro, con stanghetta lunga per i comandi touch, e un design aperto: rispetto al primo modello, Bluetooth ma con cavo di collegamento tra le unità, in questo caso è il Bluetooth 5.2 ad occuparsi di tutto. Manca la cancellazione attiva del rumore, ma la tipica firma sonora del marchio è preservata grazie all’innesto di driver dinamici da 12 mm (32 Ω di impedenza, 93  decibel a 1 mW di sensibilità massima). In più, tra le funzioni smart, sono presenti dei sensori di prossimità che mettono in pausa la musica quando estratti dalle orecchie e la riavviano quando inseriti. Ciò a tutto vantaggio dell’autonomia delle due unità di emissione che, in questo caso, sale (dopo 1.5 ore di ricarica completa) a 5 ore grazie alle microbatterie in dotazione, con la possibilità di raggiungere le 25 ore totali grazie alla custodia, sempre caricabile via Type-C (in 2 ore) e wireless Qi, e di sfruttare la ricarica rapida (1.5 ore in 15 minuti). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Gli auricolari in questione sono davvero interessanti: il secondo modello ha un'autonomia migliore (non che ci voglia molto, essendo privi di ANC) ma un design meno originale. Il primo modello è davvero bello a vedersi, raffinato già alla vista: c'è anche la cancellazione attiva del rumore, una miglior impermeabilità, e un'autonomia mica male.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!