Iscriviti

MacBook Air: rinnovato con chip Intel di 10a generazione e nuova tastiera

La sempre più sorprendente Apple allieta le giornate di quarantena degli appassionati d'informatica rinnovando il suo listino con l'inclusione di un nuovo modello di ultrabook MacBook Air, ora molto più potente, anche nella grafica, e con nuova tastiera.

Hi-Tech
Pubblicato il 18 marzo 2020, alle ore 16:53

Mi piace
7
0
MacBook Air: rinnovato con chip Intel di 10a generazione e nuova tastiera

Da qualche anno Apple ha abituato i suoi utenti a presentazioni a sorpresa, ed anche quest’anno Cupertino non si è smentita, varando una valanga di prodotti tra cui (con un range di disponibilità compreso fra il 7 e il 16 aprile) l’interessante ultrabook rappresentato dal MacBook Air, esteticamente immutato rispetto al predecessore, ma decisamente ben carrozzato “sotto il cofano”.

Il nuovo MacBook Air, sempre nelle nuance space gray, oro, ed argento per lo chassis unibody in alluminio totalmente riciclato, principia il suo rinnovamento dalla tastiera Magic Keyboard, che sostituisce il problematico switch a farfalla con un più solido e duraturo modello a forbice (provvisto di 1 mm di escursione), mutuato dal MacBook Pro 16. Al di sotto, i processori Intel di 8a generazione cedono il passo a processori Intel di 10a generazione, Ice Lake, con scheda grafica integrata Iris Plus, in ragione dei quali il nuovo portatile Apple è sino a 2 volte più performante di prima e, graficamente, fino all’80% più veloce dei modelli di cui viene raccolto il testimone: lato storage, arriva l’opzione per spingersi, in tema di SSD, ad un massimo di 2 TB.

Nello specifico, il modello “entry level” (1.229 euro) del MacBook Air, provvisto di una coppia di porte Thunderbolt, con la sicurezza (quanto a login e acquisti online) affidata al Touch ID e (per un avvio sicuro e la crittografia dei dati) al chip Apple T2 Security, si palesa con un display Retina IPS da 13.3 pollici, risoluto in 2.560 x 1.600 pixel, beneficiato dalla tecnologia TrueTone, di fronte al quale scende in campo un trackpad “Force Touch”: il corpo macchina custodisce un processore dual core (da 1.1 a 3.2 GHz in Turbo Boost), abbinato a 8 GB di RAM (LPDDR4X) e 256 GB di storage a stato solido. 

Un gradino sopra si trova l’allestimento middle-range (1.529 euro), con un processore quad core (da 1.1 a 3.5 GHz in Turbo Boost) i5, sempre 8 GB di RAM, e storage SSD portato, però, a 512 GB. Oltre, è possibile orientarsi su configurazioni ultrapremium, con processori Intel i7, quad core (da 1.2 a 3.8 in Turbo Boost), con storage SSD che possono toccare quota 2 TB, e ben 16 GB di RAM per il multi-tasking. 

Chiudono il novero delle specifiche tecniche del nuovo MacBook Air, animato lato software dal sistema operativo macOS Catalina, un sistema audio che conta su altoparlanti stereo e su un array di 3 microfoni, oltre alla batteria che, dimensionata in 49.9 wattora, assicura un mese di stand-by e ben 11 ore di navigazione web sotto rete wireless. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Davvero notevole questo portatile che, ad oggi, è uno dei prodotti informatici più accessibili, si fa per dire, di Apple: la tastiera dei nuovi MacBook Air dovrebbe aver risolto gli annosi problemi che l'affliggevano ed una bella iniezioni di steroidi elaborativi non ha guastato, grazie all'arrivo degli ottimi processori Intel di 10a generazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!