Iscriviti

Honor MagicBook 16 e MagicBook 16 Pro: ufficiali con processori AMD Ryzen e GPU anche RTX

Il ricchissimo evento che ha portato al varo del tablet Pad V7 e del notebook MagicBook V14, ha permesso di apprezzare anche la rinnovata serie dei portatili Honor MagicBook 16, liscio e Pro, con a bordo processori AMD.

Hi-Tech
Pubblicato il 27 settembre 2021, alle ore 18:48

Mi piace
3
0
Honor MagicBook 16 e MagicBook 16 Pro: ufficiali con processori AMD Ryzen e GPU anche RTX

Nel corso dell’evento Honor che portato alla presentazione anche del primo notebook al mondo ad uscire in commercio con Windows 11, vi è stato spazio anche per il “vecchio” Windows 10 Home (con esperienze per una miglior interazione con lo smartphone e i prodotti dell’ecosistema proprietario) in dotazione sulla nuova coppia di notebook MagicBook 16 (a partire da 4.999 yuan, pressappoco 661 euro) e MagicBook 16 Pro (a partire da 6.499 yuan, circa 860 euro).

I due notebook (368 x 236 x 18.2 mm, per 1.84 kg) sono quasi uguali a parte qualche dettaglio sotto scocca: il design propone sul retro metallico dello schermo la scritta Honor e, davanti, un display da 16.1 pollici risoluto in FullHD, con aspect ratio a 16:9 che, grazie alla cornici laterali spesse appena 5.1 mm, assicura all’area visiva, per altro beneficiata anche da 144 Hz di refresh rate, senza andare a discapito della vista (secondo il National Ophthalmological Engineering Centerbassa e grazie alla bassa emissione di luce blu come da certificazione TUV), un elevato valore (87.3%) di screen-to-body. Nella parte alta è presente una webcam.

La tastiera, con caps a isola, ai lati annovera nelle bande nere due speaker da 2W con ottimizzazioni Nahimic: la banda di destra principia con il pulsante d’accensione, che fa anche da scanner per le impronte digitali. Ai lati, si trovano diverse porte, tra cui il jack da 3.5 mm per cuffie e microfono, e quattro USB 3.2 di 1a generazione (di cui un paio Type-C), e una HDMI 2.0

Protetto dal corpo macchina, opera il comparto elaborativo, affidato da Honor ai processori AMD Ryzen serie 5.000: nello specifico, il modello “liscio” ha anche un’opzione entry level, con il Ryzen 5-5600H, mentre quello Pro comprende la sola opzione premium Ryzen 7-5800H, all’insegna di una differenziazione che coinvolge anche le schede grafiche, visto che il primo modello ha solo una GPU integrata AMD Radeon, mentre il secondo oscilla da una Nvidia GeForce GTX 1650 a (prima volta in assoluto per Honor) una Nvidia RTX 3000 in veste di RTX 3050. A smaltire il calore, nei nuovi arrivati, bada un elaborato sistema che prevede 3 heatpipe in rame, un paio di ventole con 79 micro (75 mm) pale, e 8 sensori di temperatura.

La RAM (DDR4-3200 MHz) è sempre da 16 GB in ambedue i modelli che mutuano anche lo stesso ammontare, 512 GB, per lo storage SSD (NVMe): sul versante delle connessioni senza fili, gli Honor MagicBook 16 e 16 Pro vantano il Bluetooth 5.1 e il Wi-Fi ax/6. Chiude il quadro tecnico una batteria da 56 Wh che, quale scelta molto intelligente, vanta un caricatore da muro a Type-C da massimo 135 W che, essendo abilitato a un’uscita di potenza multilivello (10, 18, 24, 45, 65 W) permette anche di caricare, alla bisogna, il proprio smartphone

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Certo, magari il modello MagicBook V14 sarà un tantino più innovativo e avanzato, ma anche la coppia dei MagicBook 15 con i processori AMD non manca di potenza elaborativa, con decisi miglioramenti rispetto alla generazione di cui va a raccogliere l'eredità tecnica. Certo, a questo giro magari si poteva optare direttamente per Windows 11 anche sui nuovi prodotti AMD based.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!