Iscriviti

Garmin presenta al CES 2022 gli smartwatch Venu 2 Plus e Vivomove Sport

Chiacchierati almeno da Novembre, apparsi in foto in foto dalla metà di Dicembre, hanno iniziato a fare la loro comparsa ufficiale i nuovi smartwatch di Garmin, col noto brand che, ad oggi, ha portato al CES 2022 i modelli Venu 2 Plus e Vivomore Sport

Hi-Tech
Pubblicato il 4 gennaio 2022, alle ore 17:46

Mi piace
1
0
Garmin presenta al CES 2022 gli smartwatch Venu 2 Plus e Vivomove Sport

Apprezzata per i suoi wearable dedicati al fitness, Garmin, al CES 2022, ha portato due smartwatch, tra cui il Venu 2 Plus e il Vivomove Sport, che (già disponibili su Amazon) mettono in campo diversi miglioramenti in direzione delle funzionalità smart, colmando delle lacune presenti nei precedenti device dell’azienda.

Venu 2 Plus (43,60 x 43,60 x 12,60 mm, per 51 grammi), somigliante al primo modello, ha una cassa impermeabile a 5 atmosfere con diametro di 43 mm, e cinturini siliconici nella misura da 20 mm: in una ghiera in acciaio inossidabile, il display AMOLED, sensibile al tocco e a colori, di tipo circolare, da 1.3 pollici, risoluto a 416 per 416 pixel, ha una modalità always on opzionale e la protezione Gorilla Glass 3. Sulla destra appare un pulsante in più, al centro, per attivare il microfono col quale interpellare l’assistente vocale del proprio telefono (Assistant, Bixby o Siri), magari per controllare la domotica dal polso, fissare dei promemoria, avere le previsioni meteo, etc. Essendo presenti microfono e altoparlante, sempre da polso, una volta connesso in Bluetooth il wearable allo smartphone, è possibile ricevere ed effettuare le telefonate

Confermato con il GPS integrato (Glonass, Galileo), abilitato ai pagamenti via Garmin Pay, traccia la frequenza cardicaca 24/7, l’SpO2, monitora lo stress durante il giorno, attenzione il livello di energia del corpo, annovera strumenti in favore della salute femminile, valuta la qualità del sonno, realizza un’istantanea (Health Snapshot) della salute dell’utente, da poter condividere col medico, implementa (nell’ambito di 75 allenamenti e 1.400 esercizi) modalità di allenamento anche per l’arrampicata e l’escursionismo, registra l’idratazione, attenziona la respirazione, avverte (SOS) i contati di emergenza nel caso rilevi una caduta, condivide con parenti o amici l’attività sportiva dell’utente con annessa posizione (a scopo sicurezza, ma anche per motivarlo) mediante la funzione LiveTrack, supporta diversi servizi musicali (es. Spotify, Deezer, Amazon Music via WiFi) da cui scaricare in locale 650 brani. Connesso allo smartphone Android o iOS riceve le notifiche smart dalle app, qualora non se ne vogliano installare dal proprio Connect IQ store

Il Venu 2 Plus è autonomo per 9 giorni in modalità smartwatch, per 24 ore usando la musica, o per 8 ore nel caso si entri nella modalità che fa uso di GPS e della musica: ideato in bianco avorio e oro, total black, o grigio e argento, è prezzato a 449.99 euro.

Lo smartwatch ibrido Garmin Vivomove Sport ha una cassa (40 x 40 x 11mm. per 19 grammi o 33.8 conteggiando il cinturino siliconico da 20 mm con fibbia in plastica) di 40 mm di diametro, impermeabile a 5 atmosfere su cui, sotto un vetro rinforzato chimicamente, si staglia il quadrante di un orologio tradizionale con tanto di lancette: il suo sfondo, attivato con un doppio tocco del quadrante o ruotando e sollevando il polso, rivela un display OLED da 0,34×0,73″ risoluto a 72×154 pixel, sul quale visualizzare i passi fatti, le calorie quotidianamente bruciate, il tempo di attività, la distanza percorsa, la frequenza cardiaca (personalizzando avvisi per quella alta e bassa), la saturazione dell’ossigeno nel sangue, la qualità del sonno, l’indice energetico della batteria corporea, il livello dello stress (tramite variabilità cardiaca).

Toccando il display, touch sensibile, si accedono alle app per il tracciamento delle attività sportive, bici, camminata e yoga comprese, della salute femminile (gravidanza, ciclo mestruale, registrazione dei sintomi via Garmin Connect), per gli esercizi guidati di respirazione mentre per il GPS occorre affidarsi a quello dello smartphone, grazie al quale in caso d’incidente parte di default un SOS con la posizione dell’utente. L’autonomia, in questo caso, è di 5 giorni sfruttandone le feature smart (es. notifiche intelligenti) con, a un certo punto, la modalità da puro orologio che passa a regalare un giorno extra. 

Previsto in 4 combinazioni cromatiche (menta per cassa e cinturino con dettagli argentati, cassa e cinturini color cacao con dettagli oro rosa, dettagli ardesia con cassa e cinturino neri, bianco avorio per cassa e cinturino con dettagli oro rosa), il Vivomove Sport costa 179.99 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Garmin ha sempre attenzionato molto la precisione delle sue misurazioni fitness e sportive, visto anche il suo passato e presente nel settore della geolocalizzazione (i famosi navigatori per auto): con i modelli in questione colma molte lacune in ambito smart, visto che nel primo caso permette finalmente di usare gli assistenti vocali e di gestire le telefonate. Per chi voglia agilmente passare dalla palestra alla serata mondana, però, è molto più indicato il secondo modello.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!