Iscriviti

DJI Action 2: ufficiale la action camera compatta e modulare

Tenendo fede alle promesse fatte diverse settimane da, DJI sta proseguendo nel suo trittico di annunci e, a questo giro, ha sfoggiato anche una action camera, compatta che, in veste di Action 2, espande al massimo le sue facoltà grazie ai moduli ad aggancio magnetico.

Hi-Tech
Pubblicato il 27 ottobre 2021, alle ore 19:49

Mi piace
1
0
DJI Action 2: ufficiale la action camera compatta e modulare

A fine estate, il brand cinese DJI aveva promesso un trittico di annunci che, apertosi con una cinepresa professionale, è appena proseguito col round two, una action camera compatta e modulare, rappresentata dalla DJI Action 2.

Quest’ultima ha un corpo a cubetto (39×39×22.3 mm), impermeabile (IP68) fino a 10 metri (che arrivano a 60 col case waterproof, indicato per la registrazione subacquea), molto leggero (56 grammi), in modo da non pesare qualcosa la si indossi come ciondolo con l’accessorio a forma di collana, che presenta un aggancio magnetico all’altezza dell’epigastrio: frontalmente, coadiuvato da un sensore di temperatura del colore che aiuta a restituire i toni più naturali nei contesti di luminosità complessa, è presente un sensore CMOS da 1/1,7″ di dimensione e 12 megapixel di risoluzione, con 155° di angolo visuale, che realizza foto a 4000×3000 pixel con ISO escursionabile da 100 a 6400.

In tema di video, beneficiati dalla stabilizzazione elettronica RockSteady, ideale contro i micro movimenti, ma anche dal sistema HorizonSteady, capace di mantenere in linea l’orizzonte anche roteando l’apparecchio, è possibile ottenere clip sino al 4K da 24 a 60 fps (scalando, però, anche al 2.7K in formato 4:3 o 16:9, ed al FullHD, in questo caso da 100 a 240 fps), hyperlapse, time-lapse, e slow motion (con i 240 fps raggiungibili in FullHD o, volendo il 4K, operando a 120 fps). Da segnalare, nel contesto dei video, la funzione “SnapShot” che, premendo a lungo il pulsante d’accensione, accende e comincia a registrare in appena un secondo, e la presenza di un sistema di protezione che, al raggiungere di una certa temperatura da surriscaldamento, stoppa la registrazione video. 

Quanto girato o scattato, all’insegna di un’operatività che può arrivare a 70 minuti grazie alla batteria da 580 mAh, può essere rivisto ex post dal display posteriore, un touchscreen da 1.76 pollici protetto dal vetro Gorilla Glass (utile anche per cambiare le impostazioni), e stoccato sui 32 GB di archiviazione locale: sempre in tema di specifiche, nella action camera DJI Action 2 sono presenti anche le connettività senza fili, Bluetooth 5.0 e Wi-Fi ac a doppia banda.

A corredo del prodotto, DJI (da 399 euro, su Amazon) ha presentato diversi accessori, sia standard che con aggancio magnetico rapido e stabile, che estendono le capacità della Action 2 oltre le sue facoltà intrinseche: è il caso, ad esempio, del modulo (presente nel combo “dual screen” previsto per Novembre, al prezzo complessivo di 519 euro) che, connesso alla camera, la dota di un touchscreen OLED frontale da 1.76 pollici per avere poter vedere in tempo reale quel che si inquadra, apportatore di una batteria supplementare (per 160 minuti d’autonomia che, però, possono arrivare a 180, nel caso si opti per l’Energy combo col modulo di alimentazione previsto per fine Novembre) come pure di 4 microfoni per la cattura dell’audio. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nel complesso, direi che questa action camera prosegue bene la tradizione del marchio cinese, migliorando ciò che veniva realizzato dal modello precedente, con la modularità che, se ben usata, potrà rendere il prodotto praticamente eterno e polivalente (specie se si aprirà ai moduli di terze parti). Peccato che, dai test condotti dai primi che han potuto collaudare il prodotto, sembra che la Action 2 scaldi parecchio dopo una decina di minuti di riprese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!