Iscriviti

Da Taiwan e HK lo smart work con i miniPC di ASRock/MinisForum e il rugged notebook di Getat

Da Taiwan, con il notebook rugged di Getac e il minipc di ASRock, e da Hong Kong, con il computer compatto di MinisForum, arrivano i nuovi prodotti per l'informatica, all'insegna di resistenza, sicurezza, piccoli ingombri, ed estrema versatilità.

Hi-Tech
Pubblicato il 29 gennaio 2021, alle ore 19:08

Mi piace
5
0
Da Taiwan e HK lo smart work con i miniPC di ASRock/MinisForum e il rugged notebook di Getat

L’attuale contingenza, che costringe spesso a realizzare uno spazio per lo smart working direttamente a casa, continua a favorire lo scarso ingombro, ma le alte performance, assicurati dai notebook, come il nuovo modello rugged proposto da Getac, e dai miniPC, tra cui è possibile annoverare i recenti ritrovati di ASRock e MinisForum.

Dalla taiwanese Getac arriva (a Marzo) un nuovo laptop rugged animato da Windows 10 Pro, il Getac S410 (350x293x38,5 mm, per 2.38 kg), ideale per l’automotive, i cantieri, le linee di produzione e i contesti lavorativi difficili: provvisto della certificazione IP53 contro polvere e pioggia leggeri, e della MIL-STD-810H, per la resistenza a forti sbalzi termici ed a cadute da 90 cm, il nuovo laptop si conferma adatto anche all’outdoor, grazie al display da 14 pollici, risoluto a 1366×768 pixel, con tecnologia anti-riflesso (LumiBond 2.0), luminosità massima a 1000 nits, e opzioni per l’uso con le dita (anche guantate) o il pennino.

A gestire l’area visuale operano GPU integrate, tra cui la Intel UHD Graphics per il processore i3-1115G4, e la Intel Iris Xe per i più prestanti i5-1145G7 vPro, i7-1185G7 vPro, e i7-1165G7. In ogni caso, saranno di ruolo chip Intel di 11a generazione: la RAM, sino a 64 GB (da 8), è di tipo DDR4 mentre lo storage, espandibile con uno slot per un SSD Sata, conta di base già su un facilmente accessibile SSD da 256 GB a 1 TB (PCIe NVMe). Opzionali il GPS e la webcam, ma di ruolo le connettività senza fili Bluetooth 5.1 e Wi-Fi ax/6, nel corpo macchina il Getac S410 include di default la tastiera retroilluminata, di tipo a membrana, un ampio touchpad, mentre ai lati spiccano il lettore di SD, porte USB, Ethernet, HDMI, Thunderbolt 4, senza dimenticare l’opzione per integrare anche un lettore di smart card. 

Ancora da Taiwan arriva una nuova proposta, questa volta targata ASRock (controllata da Asus tramite Pegatron) che, abbandonato il terreno consueto delle schede madri, torna a cimentarsi con i computer ultracompatti (UCFF) annunciando il nuovo Jupiter X300 (178×178×34 mm), impiegabile anche per creare un all-in-one attaccato via connettori VESA dietro un display: quest’ultimo, pur più grande del precedente Mars 4000U, sfoggia migliori prestazioni, grazie alle APU AMD delle serie 2, 3, e 4000 (anche octacore), il cui calore sviluppato (financo 65W di TPD) è dissipato da heatsink in rame e da una ventola iperprestazionale ed efficiente Blower.

Ovviamente presenti, date le dimensioni, le grafiche integrate Radeon Vega, la RAM DDR4 (a 3.200 MHZ) può essere portata a 64 GB massimi via due banchi, mentre lo storage può contare su un hard disk da 2.5” e su un SSD M.2-2280 (PCIe o SATA). Dimensioni compatte a parte (seppur non come un Intel NUC), l’ASRock Jupiter X300 non si fa mancare uno speaker da 2W e una estesa pletora di porte, per connettere tre monitor 4K@60Hz (via D-SUB, DisplayPort 1.2, HDMI 2.0), cuffie, microfono e speaker (un jack ciascuno), o acquisire dati da altre periferiche (otto USB, di cui un paio di 2.0 e sei 3.2, due delle quali Type-C). Per l’internet è di stanza una porta RJ45 per l’Ethernet ma, volendo, è possibile innestare il modulo Intel AX200 per le connettività senza fili, Bluetooth 5.0 e Wi-Fi ax/6

Dall’altro lato della costa, precisamente dalla honkonghiana MinisForum arriva l‘EliteMini BOX X400 (da 629 a 939 dollari), un miniPC erede dell’EliteMini H31G, del quale condivide lo chassis (154 x 153 x 62 mm): le differenze sono all’interno, con processori AMD Ryzen serie 4.000 (Ryzen 3 Pro 4350G, Ryzen 5 Pro 4650G, Ryzen 7 Pro 4750G) affiancati da GPU AMD Radeon, con notevoli quantitativi previsti per la RAM (due slot) da 16 GB (DDR4 3200), e lo storage: quest’ultimo, espandibile anche col lettore di SD, uno slot per SSD M.2 (SATA), uno da 2.5” per hard disk o SSD con interfaccia SATA, conta di base su 256 o 512 GB di SSD M.2 (PCIe). Anche nell caso del miniPC di MinisForum è presente l’opzione per inserire il Wi-Fi 6 e il Bluetooth 5.1 usando lo slot libero M.2, ed un lungo elenco di porte (4 jack, 4 USB 3.0 Type-A, due RJ45 per il Gigabit LAN, due uscite video in 4K via HDMI 2.0a e Display Port 1.4).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Analizzando le schede dei miniPC di MinisForum e ASRock, si rimane stupiti di quanto siano in grado di garantire potenza, pur in formfactor così compatti: inevitabile pensare, quindi, che la loro concezione sia legata a esigenze in cui è necessario contenere gli ingombri, come nel caso dello smart working. Sul rugged notebook, desta un po' di perplessità la risoluzione dello schermo, e la certificazione d'impermeabilità, non al top.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!