Iscriviti

Cuffie ed auricolari wireless: ecco le nuove soluzioni di Panasonic, Jaybird/Logitech, ed Rha

Il panorama mobile delle tecnologie del suono, formato da auricolari e cuffie Bluetooth, totalmente o parzialmente wireless, negli ultimi giorni, si è arricchito di nuove proposte, provenienti da Panasonic, Jaybird/Logitech, ed Rha: conosciamole da vicino.

Hi-Tech
Pubblicato il 31 gennaio 2019, alle ore 18:10

Mi piace
6
0
Cuffie ed auricolari wireless: ecco le nuove soluzioni di Panasonic, Jaybird/Logitech, ed Rha

La comodità dell’usare cuffie o auricolari wireless, nel mentre ci si muove o, addirittura, si fa attività sportiva, è facilmente immaginabile: rispetto a qualche tempo fa, quando prodotti del genere erano pochi e, ipso facto, anche molto costosi, oggi – sempre più – vi è, nel settore, un varietà di scelta notevole, come confermato dalle cuffie Panasonic viste al CES 2019, dai nuovi auricolari true wireless di Jaybird/Logitech (dopo il lancio delle cuffie wireless Tarah Pro), e dagli auricolari con neckband della britannica RHA. 

Dal CES 2019 arrivano le cuffie over ear HF410B e in-ear NJ310B di Panasonic: l’elemento comune è l’adesione agli stilemi estetici dell’Athleisure (crasi dei termini “sportivo” e “tempo libero”), con un design sottile comodo da indossare, ma anche appariscente grazie ai colori accesi presenti per entrambi.

Le cuffie over ear HF410B, in arrivo da Aprile nelle tonalità nero, rosso magenta, verde militare, e blu navy, sono comode da indossare, grazie al peso ridotto pari a 130 grammi, e facili da trasportare stante la struttura pieghevole: tecnicamente parlando, si distinguono per la capacità dei due mini (30 mm) driver di erogare, tramite un magnete al neodimio, dei bassi (sia in musica che in voce) nitidi, e quindi senza distorsione, sebbene potenti, facendo ricorso al sistema XBS (Extra Bass System) basato su un sintonizzatore acustico per le basse frequenze e sull’Acoustic Bass Control che filtra la dimensione del flusso d’aria. L’autonomia assicurata dalle batterie ricaricabili è di 24 ore, ed è presente anche il supporto all’assistente virtuale per interagire con lo smartphone via comandi vocali

Sempre da Aprile, in ancor più colorazioni (c’è anche il grigio perla) arrivano anche le Panasonic in-ear NJ310B: sempre dotate di tecnologia XBS per i bassi, nonostante il Bluetooth, risultano sufficientemente compatte da mantenere la posizione nell’orecchio, anche grazie alla particolare progettazione a doppia tenuta ERGOFIT PLUS, cui si deve anche un certo isolamento acustico dall’ambiente esterno. Munite di driver da 9 mm, le NJ310B garantiscono 6 ore di autonomia ma, ricorrendo al fast charge, con 15 minuti di messa in carica, guadagnano ulteriori 70 minuti, sfruttabili anche per i comandi vocali, una volta attivato l’assistente virtuale. 

Jaybird di Logitech ufficializza l’imminente arrivo (online e nei negozi fisici, a 189 euro, nelle tonalità Gray/Glacier eBlack/Flash), degli auricolari Jaybird Run XT, sviluppati con la consulenza di importanti atleti: realizzati con il design tipico del marchio, dotati di alette opzionali per mantenersi ancorati all’orecchio, sono totalmente impermeabili (IPX7) e, tra batteria interna (4 ore) e custodia di ricarica (8 ore), offrono 12 ore di ascolto musicale (codec SBC), in tandem con l’applicazione Jaybird munita di equalizzatore, podcast sempre aggiornati, e delle playlist personali tratte da Spotify. Non manca, ovviamente, l’interazione con i maggiordomi virtuali di Google (Assistant) ed Apple (Siri), una funzione “Find My Buds” per recuperare gli auricolari qualora accidentalmente persi, e la possibilità di utilizzare un solo auricolare (quello destro) per continuare a percepire ciò che accade intorno. 

Dalla Scozia, invece, arrivano gli RHA MA750 Wireless, auricolari in-ear realizzati da RHA Technologies: questi ultimi sono collegati da una neckband leggera rivestita in gomma alle cui estremità (terminanti con una parte metallica) sono posti motorini aptici per la vibrazione in caso di chiamata, oltre ai moduli per il Bluetooth, ed una porticina microUSB Type-C per la ricarica.

I moduli sono contenuti in casse d’acciaio impermeabile (IPX4) con parete esterna magnetica (per agganciarsi quando non usati) e restano ancorate all’orecchio grazie ad una porzione di cavo modellabile ed all’ampia varietà di gommini disponibili (alcuni in gommapiuma memory): il suono (16/22.000 Hz) viene erogato direttamente nell’orecchio dal trasduttore, con la tecnologia proprietaria Aerophonic, e risulta ideale in particolar modo negli alti cristallini. Con un’autonomia, secondo l’uso, di 10-12 ore, provviste delle connettività NFC e Bluetooth (con aptx), gli RHA MA750 Wireless sono venuti a 150 euro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'avanzamento ed il miglioramento della tecnologia Bluetooth sta portando grandi benefici al mondo delle cuffie e degli auricolari per smartphone: la qualità del suono è sempre migliore, con più dati che riescono ad essere trasmessi anche a grandi distanze, e l'uso di materiali avanzati la cui scelta influisce anche sulla resa sonora. Non mi stupirei se, provviste di queste ed altre virtù, le soluzioni di Panasonic, Rha, e Jaybird, facessero il pieno di vendite, nelle prossime occasioni spendereccie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!