Iscriviti

Chromebox 4: ufficiale il nuovo computer compatto di Asus, con ChromeOS

Secondo quanto comunicato da Taipei, esordirà in Nord America in quel di Dicembre, principiando da 289 dollari, il computer compatto Chromebox 4 di Asus, teso a mettere i processori Intel di 10a generazione al servizio di ChromeOS.

Hi-Tech
Pubblicato il 20 novembre 2020, alle ore 13:44

Mi piace
1
0
Chromebox 4: ufficiale il nuovo computer compatto di Asus, con ChromeOS

Asus, noto brand della scena hi-tech taiwanese, da tempo operativo nel realizzare portatili leggeri e performanti per lavoro e studio, grazie a ChromeOS, ha utilizzato il versatile sistema operativo per PC di Google anche nel nuovo Chromebox 4, che raccoglie (negli USA a Dicembre, partendo da 289 dollari) l’eredità del modello precedente, senza snaturarne l’aspetto, ma portandovi significativi miglioramenti nell’efficienza e nella potenza elaborativa. 

Sempre compatto (148,5 x 148,5 x 40 mm, per 1 kg), tanto da poter anche essere nascosto dietro un monitor grazie ad un attacco VESA di nuova generazione, l’Asus Chromebox 4 conferma il design del Chromebox 3, col logo Asus stampigliato al centro sul tettuccio, accompagnato in alto a sinistra dall’indicazione Chrome. A fronte delle dimensioni mignon, il nuovo ritrovato della computazione taiwanese risulta completo di tutto punto per quel che concerne le porte I/O perimetriche: davanti, assieme al jack da 3.5 mm per le cuffie, ed al lettore di microSD, vi sono un paio di USB 3.1 Gen2 (con battery charging 1.2). 

Posteriormente, oltre al Kensington Lock ed all’ingresso per l’alimentazione (da 65 o 90W), campeggiano 3 USB 3.1 Gen2, una Ethernet Gigabit Lan e, sì da connettere anche 3 display in 4K, un paio di HDMI e una USB Type-C 3.1 Gen1 (multifunzione, quindi con uscita video Display Port e ricarica Power Delivery). 

Munito di un modem per le connettività senza fili, Wi-Fi ax/6 dual band con antenne 2×2 Mu-Mimo, e Bluetooth 5.1, il Chromebox 4 di Asus manca però di altoparlanti integrati: in compenso, i vecchi processori Intel di 8a generazione della versione precedente sono qui sostituiti da modelli di 10a generazione, tra cui l’Intel Celeron 5205U, il Core i3-10110U, il Core i5-10210U, e il Core i7-10510U (un quadcore a 8 thread da 1.8 a 4.9 GHz in Turbo Boost), sempre con GPU integrata Intel UHD

Per la RAM (DDR4 SO-DIMM), il costruttore ha previsto tagli da 4 od 8 GB, mentre in tema di storage permette di scegliere sia la capienza che la tipologia di memoria flash, con 32 o 64 GB cadenzati in eMMC, e 128/256 GB in SSD (M.2 SATA). Scelta obbligata, vista la tipologia del dispositivo, quella del sistema operativo, appunto Chrome OS, con dati sincronizzati via Drive, aggiornamenti (di sicurezza e funzionali) automatici, e Play Store per il download delle app preferite (alcune delle quali usabili anche off-line). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - All'inizio, ero decisamente scettico sui computer con ChromeOS che, però, potendo usare anche le app di Android, in alcuni casi anche off-line, risultano sempre più simili a un PC/notebook tradizionale, col classico ambiente desktop a cui siamo abituati, Nel modello di cui sopra, l'unico cambio necessario, quello del processore, è stato compiuto portando in dote i miglioramenti che rendono il Chromebox 4 un prodotto al passo con i tempi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!