Iscriviti

BenQ ufficializza i proiettori a laser con tiro ultracorto V6000 e V6050

In attesa di essere commercializzati, sono stati presentati i nuovi proiettori HDR a tiro ultracorto, con tecnologia laser, V6000 e V6050 di BenQ, dotati di un buon assortimento di porte e con supporto alle immagini 3D.

Hi-Tech
Pubblicato il 7 settembre 2020, alle ore 09:55

Mi piace
7
0
BenQ ufficializza i proiettori a laser con tiro ultracorto V6000 e V6050

Dopo Samsung con la serie “The Premiere“, anche la taiwanese BenQ ha annunciato nuovi proiettori a tiro ultracorto, sostanziatisi nei nuovi V6000 e V6050, sostanzialmente identici, a parte la colorazione, Ice Grey nel primo e Matte Black nel secondo, in commercio per fine anno, in quel di Novembre, al comune prezzo di 3.999 euro.

Strutturalmente parlando, i proiettori BnQ V6000 e V6050, ideali nella loro eleganza per qualsivoglia spazio living destinato all’Home Cinema, dispongono di un “tettuccio” motorizzato che, ad accensione avvenuta, scopre l’ottica (con 0,252:1 di rapporto di tiro), altrimenti protetta dal contatto con la polvere. Sul retro, si trovano due bracci estraibili, che possono essere usati sia per allineare il proiettore alla parete, che per misurare la distanza necessaria a ottenere la diagonale di proiezione desiderata, da 70 a 120 pollici.

Lungo il perimetro, sono posizionate diverse porte, tra cui la seriale RS232, due HDMI 2.0b (di cui una con canale audio di ritorno ARC), due USB 2.0, un’uscita audio digitale, e una USB 3.0.

A livello tecnico, ambedue i nuovi proiettori V6000 e V6050 si avvalgono della tecnologia proiettiva DLP con un micro-specchio da 0.47 pollici, in grado di garantire una risoluzione FullHD, da 1920 x 1080 pixel, poi estesa all’UHD grazie alla tecnologia XPR (per ogni pixel ne vengono restituiti 4), curata dal sistema Pixel Enhancer 4K, laddove al Motion Enhancer 4K spetta il compito di curare l’elaborazione del movimento.

Le immagini ottenute dal laser con fosfori abbinato a una ruota colore RGBY, molto luminose (3.000 ANSI lumen) e ricche dal punto di vista cromatico (98% sulla scala DCI-P3), rispettano gli standard HDR noti come HLG ed HDR10: il tutto senza eccessiva rumorosità operativa, (da 37 a 29 Decibel A). In ambito sonoro, invece, dietro la griglia frontale si cela l’apparato audio da 20W su due canali (10W per parte) di treVolo.

Da segnalare, infine, due peculiarità dei nuovi proiettori BnQ V6000 e V6050: ambedue, infatti, supportano, via appositi occhialini, le immagini in 3D e, nell’eventualità che qualcuno si avvicini al fascio luminoso, grazie alla tecnologia Eye Protection Motion Sensor, spengono il laser per evitare dannosi abbagliamenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Davvero notevole questo proiettore di BenQ, come d'altronde il prezzo rende chiaro: progettato bene, senza lasciare nulla al caso, permette di ottenere, a breve distanza dalla parete o dal telo di proiezione, immagini luminose di alta qualità, apprezzabili, anche dal lato dell'accompagnamento sonoro, anche in ambienti non troppo bui, senza dover abbassare del tutto le tapparelle.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!