Iscriviti

Astro: da Amazon il robot polifunzionale semovente con personalità e iniziativa

In coda al suo evento riservato, Amazon ha presentato, pur non nella gamma Echo, un robot, Astro, dotato di iniziativa e personalità, semovente, con videocamera periscopica, microfoni e speaker, provvisto di porta USB e di vano portaoggetti: ecco cosa può fare

Hi-Tech
Pubblicato il 29 settembre 2021, alle ore 01:10

Mi piace
1
0
Astro: da Amazon il robot polifunzionale semovente con personalità e iniziativa

Nel corso dell’evento riservato con cui ha presentato nuovi display, termostati, citofoni, e router smart, il colosso dell’e-commerce Amazon ha confermato l’interesse nell’evolvere tecnologicamente le case delle persone e nel supportare queste ultime anche attraverso la messa in campo, non nella gamma Echo (ipotesi già scartata da Bloomberg), di un robot semovente, battezzato come “Astro“, disponibile entro fine anno negli USA, in quantità limitata, a un prezzo lancio di 999.99 dollari (poi 1.499), comprensivi di un semestre gratuito d’abbonamento al servizio Ring Protect Pro. 

Secondo quanto mutuato per ispirazione da film, animazione (es. Wall-E della Disney), e libri, Astro è in grado di esprimere una personalità e iniziativa, ad esempio pattugliando proattivamente la casa o facendosi trovare in cucina quando è consapevole che qualcuno potrebbe necessitare di suggerimenti culinari. Non solo: sul suo schermo roteabile e reclinabile da 10 pollici può palesare delle espressioni, che lo aiutano a non sembrare un corpo estraneo in un contesto familiare, ma anche per reagire in modo individuale (per esempio vocalmente, essendo dotato di due speaker anteriori ampi 5 cm e di un subwoofer per i bassi) alle persone riconosciute grazie alla videocamera da 12 megapixel estensibile (che si solleva, di 1.06 metri, come il periscopio di un sottomarino) e all’annessa funzione Vision-ID (per altro implementata pure sul nuovo Video Doorbell), così da poterle cercare nel caso scada loro un promemoria o arrivi una chiamata mediante Drop-in, ma anche semplicemente per seguirle accompagnandole con la loro musica di stanza in stanza.

Astro è capace di muoversi (di un metro al secondo) a 360°, facendo affidamento su due ruote anteriori da 30 cm di diametro e su una terza ruota posteriore che fa da timone e da equilibratore: grazie alle ultime novità nelle tecnologie di mappatura e localizzazione (es. telecamere ToF e sensori a ultrasuoni) incluse nel sistema Intelligent Motion, riconosce ostacoli apparsi anche all’ultimo momento, evitando le scale e, mediante un sistema di frenata attiva e passiva, frenandosi nel sopraggiungere improvviso, sulla sua traettoria, magari di un animale (es. un gatto). 

Grazie a tali facoltà, gestite da un processore Qualcomm cui tocca anche il compito di muovere i cinque motorini interni (per le ruote, l’estensione della videocamera e la gestione del display), Astro può eseguire la sorveglianza domestica (Alexa Guard), quando non si è in casa, controllando i vari ambienti (ex post, dopo aver consutato le registrazioni stoccate sul cloud se abbonati a Ring Protect Pro, o live, via app Astro), guardando fuori dalla finestra o su un tavolo (magari per scoprire se vi si siano dimenticate le chiavi), tenendo le orecchie (i microfoni) nell’avvertire un segno d’effrazione o un sensore che segnala un’emissione di carbonio o la presenza di fumo, inoltrando per tutti questi casi, anche nell’identificare una persona sconosciuta, un segnale d’allarme.

Sul versante dell’utilità, è possibile avvalersi di Astro per controllare ciò che c’è in dispensa, magari nel mentre si è a fare la spesa, o per leggere notizie o consultare impegni e intrattenimento sul suo schermo. Il vano posteriore, per pesi sino a 2 Kg, permetterà di portare in giro per casa alcuni oggetti, nel mentre si segue un utente o per consegnarli a qualcuno, mentre la porta USB Type-C da 15W sarà funzionale sia a caricare smartphone e tablet, che per alimentare eventuali plug-in (es. un misuratore di pressione).

Chi ha genitori anziani, senz’altro apprezzerà Astro per la sua capacità di integrarsi col nuovo servizio Alexa Together che, registrando il feed delle interazioni della persona cara e le volte che la stessa ha usato il proprio device Alexa, permette di rassicurare i caregiver sul fatto che “i loro cari sono attivi e svolgono la loro giornata“.

Ovviamente, in Astro, non sono stati trascurati il fattore autonomia (con 2 ore di operatività assicurate dopo 45 minuti di pausa presso la sua stazione di ricarica) né la cura per la privacy: il Vision-ID, usato per riconoscere le persone, è criptato e stoccato in locale, così come molti dei dati acquisiti dai sensori necessari al suo movimento, il che gli assicura anche una più pronta reattività. Non mancano i pulsanti per disattivare fotocamere, microfono e inibirne il movimento posto che, sotto quest’ultimo punto, è comunque possibile vietargli di recarsi in alcune zone. Infine, Astro ha un sistema di LED che rendono sempre edotti di quel che sta facendo, che sia l’inviare sul cloud un flusso video, che sarà consultato in streaming, o il registrare l’audio per il riconoscimento della parola d’attivazione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco, bella sorpresa: quando sembrava che non dovesse esservi alcun robot nell'evento Amazon, quest'ultima ha tirato fuori dal cilindro il suo classico coniglio, in forma di robot Astro. Esteticamente non sarà proprio originalissimo ma è molto più funzionale di quello che mi sarei immaginato: i tanti servizi a cui può essere associato, l'impiego del vano e le opzioni d'uso per la porta USB poi aprono un notevole ventaglio di futuri sviluppi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!