Iscriviti

Arcam e Denon mettono in campo nuovi device per l’audio premium domestico

Dal Regno Unito e dal Giappone arrivano due nuovi proposte per l'home entertainment di qualità, grazie al player audio di rete Arcam ST60 ed al combo soundbar-subwoofer Denon DHT-S416, ovviamente abilitati a diverse e note piattaforme di streaming.

Hi-Tech
Pubblicato il 18 settembre 2020, alle ore 11:49

Mi piace
7
0
Arcam e Denon mettono in campo nuovi device per l’audio premium domestico

Per molto tempo ancora, il ritorno in auge dei cari, vecchi, concerti, sarà una vera e propria chimera, che gli amanti della musica potranno solo sognare. In tempi di coronavirus, infatti, l’intrattenimento domestico sarà destinato ad animare i salotti di casa, magari con prodotti come il riproduttore audio di rete Arcam ST60 e il sistema (soundbar+subwoofer) audio Denon DHT-S416.

Da Cambridge, lo storico (oltre 40 anni d’esperienza) marchio Arcam (A&R Cambridge Ltd) ha annunciato, con commercializzazione iniziale (entro fine anno, a 1.199 sterline, pressappoco 1.400 euro) nel Regno Unito, il player di rete Arcam ST60 che, nel suo chassis in grigio tendente al nero. pone frontalmente un display a colori con le indicazioni di quel che viene riprodotto affiancato dalle pratiche miniature per le copertine degli album/brani. 

Dotato di una porta USB, da cui acquisire file nei formati MP3, in quelli lossy più vetusti, e in quelli attualmente più in voga (AIFF, MQA, ALAC, WAV, FLAC), ma in grado anche (essendo dotato di Wi-Fi ed Ethernet) di riprodurre musica da varie piattaforme di streaming (tra cui Deezer, Spotify, Tidal), il player audio Arcam ST60, il cui hardware ad hoc ruota attorno al DAC “SABRE ESS9038K2M”, un convertitore digitale-analogico a 32bit, beneficia del supporto a Google Chromecast, e ad Apple AirPlay 2, potendo anche operare come riproduttore di rete, grazie alla certificazione Roon Ready

Il controllo del dispositivo, che sul retro annovera anche varie I/O digitali ottiche e digitali coassiali, una RS232, ed altre porte, avviene mediante il telecomando incluso o, in alternativa, via app multi-piattaforma Arcam Music Life.

Dal Giappone, invece, arriva (entro Settembre, a 329 euro) l’ultima proposta di Denon, che ha profuso la sua più che secolare esperienza (1910) nell’apparato DHT-S416, un sistema 2.1 con Dolby Digital formato da una soundbar (900 x 56 x 83 mm), comprensiva di due tweeter da 25 mm, da altrettanti driver full range, e da un subwoofer wireless (171 x 311 x 343 mm), inclusivo di un solo driver, ma da 165 mm. Il nuovo apparato audio, che va ad affiancare i già noti DHT-S216, DHT-S316, DHT-S516H e DHT-S716H, sul piano della qualità sonora, mette a disposizione un’equalizzazione strutturata su 3 preset (Movie, Music, Night), con un occhio di riguardo ai dialoghi (Dialogue Enhancer) provenienti dai programmi televisivi o dai film. 

Denon DHT-S416 dispone di varie porte, tra cui un jack da 3.5 mm, un ingresso digitale ottico, una HDMI con canale audio di ritorno e CEC per gestire il tutto col telecomando della TV, oltre che delle connettività Wi-Fi e Bluetooth: grazie all’integrazione delle funzionalità di Chromecat, può riprodurre brani anche alto-risoluti da Spotify, Deezer, Tidal, Amazon Music, YouTube Music, essere inserito in un sistema multi-room con altri dispositivi compatibili mentre, in join con speaker idonei, ottiene la gestione mediante i comandi vocali per Assistant.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Apparentemente, potrebbe sembrare esagerato il prodursi in spese del genere, ritenendo i nuovi prodotti di Denon e Arcam solo per professionisti: in realtà, come già premesso, il mondo degli audiofili per qualche tempo sarà relegato all'ambito domestico e, quindi, non è peregrino pensare che anche il pubblico più mainstream opterà per un ascolto di qualità, magari proprio con gli ultimi ritrovati analizzati in sede di articolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!