Iscriviti

Apple distribuisce le sue prime ‘Apple Card’ sul territorio statunitense

Dopo alcuni mesi di attesa, finalmente la Apple Card è realtà. L'azienda di Cupertino ha iniziato a distribuire i primi inviti, i quali saranno fondamentali per la creazione e la consegna della carta fisica. Ecco tutti i dettagli della questione.

Hi-Tech
Pubblicato il 7 agosto 2019, alle ore 11:08

Mi piace
2
0
Apple distribuisce le sue prime ‘Apple Card’ sul territorio statunitense

Qualche mese fa, in una conferenza dedicata anche ad essa, Apple ha presentato la cosiddetta ‘Apple Card‘. Per chi non lo sapesse, si tratta di una vera e propria carta di credito, sia virtuale che fisica, con la quale è possibile completare acquisti sia presso negozi fisici che online.

Dopo un bel periodo di attesa sembra che, in linea con quanto affermato da Bloomberg e dallo stesso Tim Cook, Apple Card stia finalmente per approdare sul mercato. Il modo per ricevere tale carta, però, è ben diverso da quanto si fa normalmente con una banca. Di conseguenza, l’azienda di Cupertino ha pubblicato anche una serie di video per aiutare i propri clienti. Ma procediamo con ordine.

Apple Card è gestita tramite l’app Wallet, ma è disponibile solo sul suolo americano

Prima di tutto, la carta non è ottenibile da parte di tutti. Almeno per il momento, la disponibilità è limitata al solo territorio americano e, inoltre, solo coloro che si sono pre-registrati sul sito di Apple possono procedere con la richiesta della tessera in titanio. Chi si è pre-registrato per tempo, infatti, ha la possibilità di ricevere un particolare invito fondamentale per avere la propria Apple Card.

Mediante tale invito, non a caso, si potrà procedere alla creazione di un conto sull’app Wallet e, mediante una procedura guidata, sarà possibile richiedere la spedizione della carta fisica. Nel dettaglio, si richiede anche la compilazione di alcuni documenti e, una volta inviati, l’approvazione arriva in meno di un minuto.

Ecco alcuni dettagli su Apple Card

Come detto precedentemente, per richiedere la Apple Card è necessario seguire una procedura estremamente semplice. È necessario, però, che tale procedura sia eseguita su un iPhone compatibile che, per intenderci, è tale se in possesso di una versione di iOS pari o superiore alla release 12.4. Nel caso in cui il cliente voglia recedere dalla carta, è necessario telefonare a Goldman Sachs (ossia alla banca a cui Apple si appoggia per l’erogazione di tale servizio).

Apple Card è vantaggiosa per chi acquista. L’azienda di Cupertino ha preparato un apposito programma di ‘cashback’ che restituisce il 2% della spesa in generale, il quale sale al 3% se l’acquisto è completato in un negozio Apple, mentre scende all’1% se si usa la carta in un negozio fisico. Almeno per il momento, la carta rimane disponibile solo sul suolo americano ma non è detto che, mediante vari accordi bancari, la carta non diventi disponibile anche dalle nostre parti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Da un mio punto di vista, oltre ad essere utile, Apple Card appare anche come un 'vezzo'. Al netto della questione, essa non offre molto di più rispetto alla concorrenza, fatta eccezione per il programma di cashback, valido per qualunque acquisto fatto con tale carta. Insomma, resteremo a vedere se, almeno sul suolo americano, Apple Card riscuoterà un buon successo o costituirà un flop.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!