Iscriviti

Vittorio Feltri contro Greta Thunberg: "Dovrebbe essere contenta di godere di un po’ di tepore. Stupidina"

Il giornalista Vittorio Feltri, sul suo profilo Twitter, ha voluto lanciare un attacco a Greta Thunberg, ragazza protagonista delle numerose campagne ambientali.

Gossip
Pubblicato il 21 marzo 2019, alle ore 17:36

Mi piace
5
0
Vittorio Feltri contro Greta Thunberg: "Dovrebbe essere contenta di godere di un po’ di tepore. Stupidina"

Greta Thunberg ha sicuramente dato una scossa al mondo. Classe ’03 e figlia d’arte della cantante Malena Ernman e dell’attore Svante Thunberg, si è fatta riconoscere per la sua campagna per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico. È nota soprattutto per le sue manifestazioni davanti al Riksdag a Stoccolma, in Svezia.

Dopo aver parlato all’assemblea delle Nazioni Unite, oltre ad altri numerosi eventi in Europa, come il TEDx Talks a Stoccolma, Greta Thunberg è stata nominata per il Premio Nobel per la Pace, che vede numerose persone e organizzazioni. La sua battaglia viene racchiusa nel libro “La nostra casa è in fiamme” in vendita dal 16 aprile 2019 dal sito “Mondadori”.

L’attacco di Vittorio Feltri

Come ci si poteva immaginare, le azioni intraprese da Greta Thunberg in questi mesi non ha raccolto i consensi di tutti. Il direttore di Libero, Vittorio Feltri, sul suo profilo ufficiale di Twitter, ha voluto dedicare un messaggio alla giovane svedese, e come al solito, non ci va piano, stroncando totalmente le sue intenzioni.

Nel tweet di Vittorio Feltri si può leggere: “Greta continua a strillare perché il pianeta si scalda. Lei però vive in Svezia dove fa un freddo cane e dovrebbe essere contenta di godere di un po’ di tepore. Stupidina”. Numerosi gli attacchi che si possono leggere sotto a questo messaggio, dove in tanti vogliono ricordare al giornalista la gravità del surriscaldamento globale.

Da parte di Vittorio Feltri, questo non è il primo attacco su questo argomento. Sempre sul suo profilo Twitter, il 16 marzo 2019, ha scritto: “I ragazzi vogliono cambiare il mondo eppure non riescono a cambiare neanche se stessi, pieni di droga e di vizi vari. Segnalo loro uno studio del Nobel Rubbia: negli ultimi 15 anni la temperatura è diminuita dello 0,2. Bisogna studiare, non urlare a capocchia”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Certe volte, il silenzio su alcuni argomenti farebbe bene. Non capisco davvero il Tweet di Vittorio Feltri, e sottovalutare il problema del surriscaldamento globale, per me, è grave. Da qualche parte doveva arrivare una "svegliata" e, se fatta da una 16 enne, potrebbe far capire ai poteri forti che siamo noi giovani il futuro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!