Iscriviti

Tommaso Zorzi e Tommaso Stanzani ricevono un insulto omofobo: la risposta

Durante "Battiti Live" Tommaso Zorzi, in maniera del tutto casuale, ha registrato un insulto omofobo dette da un uomo durante l'esibizione di Tommaso Stanzani.

Gossip
Pubblicato il 29 giugno 2021, alle ore 08:46

Mi piace
4
0
Tommaso Zorzi e Tommaso Stanzani ricevono un insulto omofobo: la risposta

Tommaso Zorzi e Tommaso Stanzani in questi giorni stanno passando insieme la loro prima vacanza da fidanzati. I due sono usciti allo scoperto durante “Battiti Live“, l’evento musicale che si svolge in varie piazze della Puglia e della Basilicata, condotto tra l’altro dall’ex gieffina Elisabetta Gregoraci insieme ad Alan Palmieri e Mariasole Pollio.

Nelle storie pubblicate su Instagram Tommaso Zorzi ha ripreso la maggior parte delle esibizioni in cui è presente Tommaso Stanzani, uno dei ballerini del corpo di ballo di “Battiti Live”. Infatti il neo diplomato ha acquisito la sua notorietà per aver partecipato nella categoria di ballo durante l’ultima edizione di “Amici di Maria De Filippi“.

L’attacco omofobo e la risposta di Tommaso Zorzi

Durante la giornata del 27 giugno l’ex opinionista de “L’isola dei famosi”, mentre era nell’intento di fare un video al suo fidanzato in maniera del tutto casuale ha registrato un insulto omofobo da parte di una persona. Va detto che inizialmente Tommaso Zorzi non se ne accorge della frase, ma sono stati proprio i loro fan su Instagram nel mostrare al loro beniamino l’accaduto.

Nella clip si può sentire un uomo esclamare: “Ma sono tutti fino**hi quelli che vediamo qui?”. Ovviamente è impossibile sapere con certezza se questo insulto fosse riferito alla coppia formata da Zorzi e Stanzani, ma si tratta comunque di una bruttisima caduta di stile.

Dopo aver saputo dai suoi fan del brutto messaggio, Tommaso Zorzi citando l’ultimo brano cantato da Fedez insieme ad Achille Lauro e Orietta Berti dà una lezione di stile all’uomo: “Me lo state segnalando tutti, nella storia dove balla il mio Tommy. Il problema è suo, e poi gliene restano mille”. Successivamente aggiunge nelle storie l’hashtag “DDL Zan“, la legge tanto discussa in questi giorni che dovrebbe contrastare tutti i reati di omofobia e prevede il carcere da uno ai quattro anni per chi istiga alla violenza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - È sempre brutto ad assistere a eventi del genere, poiché si capisce in maniera del tutto banale che i progressi nel nostro paese, in merito a questo argomento, sono stati fatti davvero pochi. Va però anche detto che, fortunatamente, non tutti la pensano in questa maniera, ed è purtroppo impossibile convincere tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!