Iscriviti

Tenta di vendere statua di Apollo su Ebay, criticato un pescatore

Cerca di vendere una antica statua di Apollo sul sito Ebay. Accade vicino la striscia di Gaza, dove un pescatore trova per caso una statua che risale circa a 2000 anni fa. Criticato per il suo gesto, per lui invece è un segno del Signore

Gossip
Pubblicato il 2 marzo 2014, alle ore 19:45

Mi piace
0
0
Tenta di vendere statua di Apollo su Ebay, criticato un pescatore

Trovare una statua di Apollo su Ebay può sembrare una follia ma è accaduto veramente!

Ritrovare oggetti appartenenti all’antichità è spesso motivo di orgoglio ma può anche portare fastidi verso chi li ritrova. E’ quello che è successo a un pescatore palestinese che ha troveto, nei fondali del mare tra Israele e Palestina, precisamente nella striscia di Gaza, una statua di Apollo che pare risalire a ben 2000 anni fa. Il pescatore, ignaro delle leggi che tutelano i beni artistici di ogni paese, ha pensato bene di metterla in vendita e risolvere i suoi problemi economici, sapete dove? Ma su Ebay, un sito pubblico di vendita che tratta oggetti di tutti i tipi, in questo caso anche statue. Immediatamente è scattata la notizia di truffa e appropriamento indebito di un’opera d’arte, e sono partite le critiche verso il pescatore.

Il povero pescatore, ignaro del fatto che la sua azione potesse scatenare questo putiferio, si è difeso dicendo che il ritrovamento della statua è stato, a suo dire, un segno del Signore, perchè gli ha permesso di trovare un oggetto di valore da rivendere per risollevarsi dalle sue precarie condizioni economiche. La statua di Apollo da lui ritrovata è realizzata in bronzo, cosa che neanche lui sapeva, ma che si è accertato dopo aver fatto analizzare da un esperto un dito che egli stesso aveva tagliato. Inizialmente il pescatore era convinto che la statua fosse d’oro, e anche per questo la cifra di base richiesta per la vendita è stata di 500 mila euro.

Storici ed esperti d’arte hanno sollevato critiche feroci sostenendo che una statua del genere ha un valore inestimabile, e quindi anche a stessa cifra da lui proppsta è assolutamente ridicola. C’è invece da dire che il ritrovamento di oggetti antichi e preziosi per il patrimonio culturale prevede un riconoscimento anche economico per chi li trova, e ciò è regolate dalla legislazione dei beni culturali. E’ però da ricordare che la trafila burocratica per ottenere i dovuti riconoscimenti è altrettanto lunga, e sarà difficile ottenerla. Nel caso del povero pescatore, che si era illuso di risolvere i suoi problemi economici con Apollo, sarebbe invece opportuno che la consegna della statua a chi di dovere sia contraccambiata da un gesto simbolico che ripaghi la persona del suo ritrovamento.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!