Iscriviti

Serena Enardu, incendiata la sua auto: "Scrivetemi se avete visto qualcosa"

Si apprende da poco la notizia dell'incendio all'auto di Serena Enardu. Si ipotizza un atto vandalico, ma nessuna pista viene per il momento esclusa. La ragazza fa un appello sui social.

Gossip
Pubblicato il 16 agosto 2020, alle ore 16:06

Mi piace
9
0
Serena Enardu, incendiata la sua auto: "Scrivetemi se avete visto qualcosa"

Non si finisce mai di apprendere notizie riguardanti l’ex partecipante di Uomini e Donne, Serena Enardu. Dopo la bufera scoppiata insieme a sua sorella Elga, fotografate con una torta di compleanno avente una bandierina decorativa a tematica nazista, un nuovo scoop proviene dal quel di Cagliari.

Pare che infatti, qualche giorno fa, precisamente il 12 agosto, è stato incendiato il suv dell’ex ragazza di Pago. Il fatto sembra che sia accaduto a Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari, intorno le ore 14:30 circa. Immediati sono stati i soccorsi dei vigili del fuoco, che hanno provveduto a estinguere le fiamme. 

Nessuna pista per il momento è stata esclusa, ma a seguito della denuncia alle autorità, si ipotizza che possa essere soltanto un atto vandalico. La ragazza solo adesso ha deciso di aggiornare i suoi tanti fan, con un post su Instagram. Il motivo di tale ritardo è stato spiegato dalla stessa Enardu: “Non volevo far allarmare i familiari“. Nel suo post però, la donna fa anche un appello ai residenti della zona: “Vorrei chiedere se le persone che abitano in quella zona lì dalle 14,30 hanno visto qualcosa di sospetto“.

Per fortuna non è accaduto nulla di grave, oltre al danno subito da parte della Enardu, ma sicuramente ci saranno dei risvolti futuri, dei chiarimenti riguardanti la questione. Intanto l’ex partecipante di “Temptation Island” ha voluto affrontare al meglio l’episodio della torta con la svastica, scusandosi apertamente con tutti coloro che hanno trovato di cattivo gusto quella foto. 

Sono stati infatti in tanti a dichiararsi indignati davanti a quella foto; la Enardu, a tal proposito, ha fatto mea culpa, aggiungendo anche di non aver dato la giusta importanza alla foto e a ciò che simboleggiava la svastica, con ammissione di essere stata molto superficiale. Grazie a queste pubbliche scuse, sembra che la bufera sia poi rientrata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carmine Solmonese

Carmine Solmonese - Penso che sia stato solo un atto vandalico e niente di più. Non resta che aspettare dei risvolti della questione. Per quanto riguarda la questione della svastica, penso che la Enardu abbia agito nel migliore dei modi, scusandosi apertamente per l'errore commesso, ovvero quello di essere stata fin troppo superficiale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!