Iscriviti

Robert De Niro si scaglia nuovamente contro Trump: “È un pericoloso buffone”

Intervistato da “Vanity Fair”, l’attore di origini italiane si è detto disgustato da Donald Trump, un personaggio che non riconosce come presidente e che si augura vivamente non venga rieletto per un secondo mandato.

Gossip
Pubblicato il 25 novembre 2019, alle ore 09:12

Mi piace
10
0
Robert De Niro si scaglia nuovamente contro Trump: “È un pericoloso buffone”

Robert De Niro non ha mai avuto grande stima di Donald Trump. In passato in più di una circostanza non ha nascosto tutto il suo disgusto nei confronti del tycoon, un personaggio di cui si vergogna e che non riconosce come Presidente degli Stati Uniti. Per ribadire ancora una volta tutte le sue preoccupazioni sul conto di quello che è considerato l’uomo più potente del mondo, il due volte premio oscar ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair.

All’indomani del suo ritorno sul grande schermo con l’acclamata pellicola The Irishman, Robert De Niro ha voluto paragonare Donald Trump a Bernie Maddoff, un altro newyorkese che negli ultimi anni si è fatto conoscere per una truffa colossale a danno di migliaia di risparmiatori.

Ma tornando indietro alla sua elezione alla Casa Bianca, Robert De Niro ha ricordato di aver cercato di mettere da parte tutta l’ostilità verso Donald Trump, concedendogli il beneficio del dubbio. Ma pur cercando di essere il meno possibile prevenuto, fin troppo presto ha dovuto constatare che il suo operato ha superato ogni più nefasta previsione.

Viviamo tempi strani, e l’imbecille qui in America di certo non aiuta” ha voluto premette l’interprete di Taxi Driver. “È un buffone. Se verrà rieletto diventerà davvero pericoloso, perché a quel punto non avrà più freni. Darà la grazia a chi vuole, se la darà da solo” ha aggiunto De Niro che si dice sconfortato dall’amoralità e della completa mancanza di etica e rispetto del tycoon.

In ragione di questa sua avversione nei confronti di The Donald, a non farlo dormire sonni tranquilli è l’idea che in futuro possa arrivare un altro personaggio identico a lui, ma molto più sveglio e determinato. “Uno a cui riusciranno entrambe le cose, la truffa di Madoff e l’empatia con il popolo, e allora sì che ci sarà da aver paura” ha concluso l’attore che si è convinto del fatto che Trump non abbia a cuore il bene del Paese, e che sia stato eletto solo a seguito della grande popolarità televisiva generata dal reality “The Apprentice”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Robert De Niro deve farsi una ragione: il sovranismo sta vivendo un momento di grande popolarità un po’ in tutto il mondo, Stati Uniti compresi. Trump è andato al potere con delle regolari elezioni e non a seguito di un golpe pertanto, salvo un improbabile impeachment, la soluzione viene demandata ancora una volta al popolo, che sarà chiamato alle urne esattamente tra un anno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!