Iscriviti

Pippo Baudo, duro attacco a Paolo Bonolis: "Non si vergogna? Tutta quella volgarità". Anche Carlo Conti nel mirino

Pippo Baudo ha riservato un forte e intenso affondo ai suoi colleghi, Paolo Bonolis e Carlo Conti: vediamo nello specifico quali sono state le sue parole.

Gossip
Pubblicato il 7 giugno 2021, alle ore 17:45

Mi piace
7
0
Pippo Baudo, duro attacco a Paolo Bonolis: "Non si vergogna? Tutta quella volgarità". Anche Carlo Conti nel mirino

Pippo Baudo compie 85 anni e “festeggia” attaccando pesantemente alcuni volti importanti della televisione italiana: Paolo Bonolis e Carlo Conti. É sempre stato una persona schietta Baudo e anche in questo caso, lo ha dimostrato. Senza peli sulla lingua ha criticato fortemente e aspramente i suoi colleghi, colpevoli a suo dire, di non rinnovare i loro programmi.

Ormai lontano dal piccolo schermo, Pippo che di carriera alle spalle ne ha e anche tanta, guarda la televisione proprio come uno spettatore e esattamente come tale, giudica e dice la sua. Sicuramente questa volta ci è andato giù pesante e le sue parole non faranno affatto piacere ai diretti interessati. Spegne 85 candeline Baudo, concedendo un’intervista a “La Nazione”.

Proprio qui ha attaccato Bonolis e Conti. Ha fatto un confronto tra la tv del passato e quella del presente e poi l’affondo: “Leggo che Carlo Conti torna a Tale e Quale, ma è possibile? Ancora? È tremendo“. Il suo è un riferimento al fatto che le principali reti televisive propongano sempre le stesse trasmissioni con lo stesso conduttore e non lascino spazio a nuove proposte, nuovi volti.

É stata poi la volta di Bonolis e qui l’affondo di Baudo è stato ancor più forte e diretto: “Ma non si vergogna a fare tutti gli anni Avanti un altro? Ma sforzati, inventa qualcosa di nuovo. E poi tutta quella volgarità… alla volgarità ricorre chi non è bravo“. Ha parlato di volgarità Pippo, aggiungendo che Bonolis dovrebbe inventarsi qualcosa di nuovo.

Secondo Baudo inoltre, la tv oggi è “fatta solo di fotocopie“. Un pensiero questo che potrebbe vedere d’accordo diversi telespettatori. Una mancanza di fantasia da parte di chi lavora sul piccolo schermo. Nulla vieta che Bonolis e Conti possano replicare alle parole del loro collega e dunque, non resta che attendere eventuali prossimi sviluppi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - Personalmente non sono d'accordo con le parole di Baudo. Se le trasmissioni in questione vanno avanti senza essere rinnovate è perché ottengono ascolti e se ottengono ascolti è perché il pubblico da casa le guarda e piacciono, dato che vengono premiate. Rinnovarle significherebbe snaturalizzare un prodotto che funziona così com'è.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!