Iscriviti

"Pechino Express", il duro attacco di Naike Rivelli: "È finto e truccato"

Naike Rivelli, sul suo profilo Instagram, ha lanciato un duro attacco nei confronti della trasmissione "Pechino Express", etichettandola come un reality show finto e truccato.

Gossip
Pubblicato il 13 aprile 2020, alle ore 21:47

Mi piace
2
0
"Pechino Express", il duro attacco di Naike Rivelli: "È finto e truccato"

Naike Rivelli, conosciuta anche con lo pseudonimo di Nayked, viene ricordata dal grande pubblico per essere la figlia di Ornella Muti, attrice che ha lavorato al fianco di registi molto importanti come Damiano Damiani, Mario Monicelli, Dino Risi, Carlo Verdone ed Ettore Scola.

La modella ha partecipato alla quarta edizione di “Pechino Express – Il Nuovo Mondo“, il reality show di Rai 2 condotto da Costantino della Gherardesca, insieme al fratellastro Andrea Fachinetti. Una esperienza assai negativa per la Rivelli, poiché abbandona la trasmissione dopo pochi giorni.

Le parole di Naike Rivelli

La figlia d’arte, rispondendo ad un utente sul suo profilo Instagram, ha voluto parlare di Matteo Salvini e Giorgia Meloni, dichiarando che la politica è simile ad un reality show. Successivamente arriva una stoccata a “Pechino Express“: “È un reality show che ti posso garantire è finto e truccato come tutto il resto in Italia. lo l’ho fatto ‘Pechino Express’. Non esiste reality più costruito e calcolato”.

Proprio collegandosi a questo la Rivelli dichiara di aver deciso di lasciare “Pechino Express 4” quando ha capito che era una farsa come tutto. Tuttavia rivela che nessuno in Italia vuole conoscere la verità, e per questo motivo si è dissociata da un televisione italiana corrotta, finta, costruita e poco educativa.

Per Naike infatti i programmi televisivi sono formati da persone di raccomandati e vincitori di reality già decisi nei contratti: “Si sa già tutto dall’inizio. Tutto scritto nel contratto dei protetti, gli altri concorrenti dei reality, quelli che ‘non hanno valore’ […] sono quelli che invece, ignari, pensano di giocare sul serio, quelli più penalizzati e presi per il c** dalla produzione”. Un duro attacco quindi nei confronti soprattutto di “Pechino Express”, avvenuto a pochi giorni dalla grande finale. Staremo a vedere se gli autori risponderanno o meno a queste accuse.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Ogni personaggio televisivo che non riesce a sfondare sul piccolo schermo accusa la trasmissione alla quale ha partecipato di essere una truffa, di essere pilotata, per poi dichiarare di essersi ritirato per sua scelta. Questo è ormai un grande classico che si sente sempre più spesso e anche la Rivelli ha deciso di prendere questa strada. Che sia vera o meno, va ancora dimostrato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!