Iscriviti

Patrizia Mirigliani denuncia il figlio: "L’ho fatto per salvarlo"

Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia, si confessa in un'intervista, dove racconta di aver denunciato il figlio per i suoi problemi legati alla droga.

Gossip
Pubblicato il 21 febbraio 2020, alle ore 10:21

Mi piace
12
0
Patrizia Mirigliani denuncia il figlio: "L’ho fatto per salvarlo"

La sessantaduenne trentina Patrizia Mirigliani, durante una lunga intervista rilasciata a TPI, racconta di aver denunciato il figlio Nicola, di trent’anni più giovane. La patron di Miss Italia sottolinea: “Ho denunciato mio figlio per salvarlo, è il più grande dolore della mia vita ma non avevo scelta“. Nicola, successivamente, si sarebbe rivolto alla stampa per raccontare la sua versione dei fatti.

La denuncia presentata dalla Mirigliani parla di minacce, estorsione e violenze, da parte del figlio; lo stesso, secondo il volere del giudice, dovrebbe stare ad almeno 400 metri di distanza dalla madre ed i suoi movimenti sarebbero registrati da un braccialetto elettronico. “Sono dodici anni della mia vita che combatto, Nicola soffre di dipendenze, l’ho portato in sette comunità“, racconta Patrizia evidenziando quanto le sia stato difficile prendere quella decisione, dettata dalla disperazione.

La stessa, successivamente, spiega quanto le sarebbe piaciuto che la vita di Nicola fosse normale, caratterizzata da una famiglia, una ragazza e dall’aver trovato una sua dimensione nel mondo. Inoltre, Patrizia, esprime la sua ulteriore preoccupazione: essa, infatti, teme che la notizia possa diventare un gossip. “Sono stata sola in una battaglia più grande di me. Ho sperato tanto in un bel finale, è stato in questi 12 anni il più grande sogno della mia vita“, continua a raccontare l’imprenditrice. Il suo obbiettivo, arrivati a questo punto, è anche quello di supportare le altre madri che si trovano nella sua stessa situazione.

La risposta di Nicola, però, non avrebbe tardato ad arrivare: “Mia madre mi ha cacciato di casa, dicendo di farmi la mia vita. Ma lei non lo può fare, per legge mi deve mantenere fino ai 34 anni, non può lasciarmi così e io le farò una denuncia civile“, annuncia il giovane, dichiarandosi profondamente scosso dagli eventi. Lo stesso conferma i problemi con la droga espressi da Patrizia, confessando anche qualche furto in casa, ma dichiara anche di essere finalmente pulito. L’idea di rendere pubblica l’azione della madre nasce, stando a quanto racconta lui stesso, da una forte delusione ricevuta dalla stessa, convinto che il giudice potrà aiutarlo.

La Mirigliani, invece, si mostra di altro avviso: “Questo magistrato ha capito la situazione insostenibile e ha attivato il codice rosso. Erano pressioni continue con urla e richieste di soldi“. La stessa, infine, si dichiara anche dispiaciuta dalla scelta di Nicola di allertare i giornali: “Ora questa è un’etichetta che mio figlio si porterà dietro per la vita”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - Come madre, posso immaginare la disperazione nel dover arrivare al punto di considerare la denuncia del figlio come unica soluzione possibile. Nicola si sarebbe dichiarato pulito, e spero davvero sia così, ma non comprendo comunque lo scopo della sua dichiarazione ai giornali: anche se dettata da un momento di rabbia, tale azione si ritorcerà probabilmente contro di lui.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!